Libri Fotografici

L'arte di arrampicare di Emilio Comici

Collana:

Autore: Severino Casara

ISBN 978-88-203-4547-1

Euro 29,90

Formato: 17 x 24 cm

Pagine: 354

Editore: HOEPLI

 



 

L'arte di arrampicare di Emilio Comici

imperdibile
di novembre 2010

Severino Casara

HOEPLI

 

la copertina

E' da tener bene presente che il maggior numero delle disgrazie avviene proprio in punti relativamente facili. E' impressionante il fatto che anche forti arrampicatori si ammazzano precisamente in tali posti... in queste parole di Emilio Comici vi è una premonizione, o un presagio: il 19 Ottobre 19490, a soli 39 cadeva nella palestra della parete Campaccia a Vallunga di Val Gardena, per la banale rottura di un cordino e così spirava uno dei più grandi interpreti, per molti versi insuperato, dell'arrampicata non solo d'Italia, ma a livello mondiale.

Comici non ha scritto molto, abbiamo solo un suo libro completo: Alpinismo eroico; questo che qui vi presentiamo è opera di Severino Casara, suo grande amico e a sua volta grande alpinista, è stato pubblicato nel 1957 da Hoepli e adesso, con grande coraggio editoriale, l'editrice lo ripresenta nella stessa forma e carattere, ma arricchito da una postfazione del grande Spiro Dalla Porta Xidias, presidente del GISM Gruppo Italiano Scritto di Montagna e massimo esperto della storia dell'alpinismo nel nostro paese.

Abbiamo classificato come fotografico quest'opera, perchè oltre a un centinaio di pagine di testi, esso presenta oltre 340 foto a piena pagine, documenti di straordinaria bellezza, nelle quali si può ammirare lo stile elegante e unico di Comici nell'arrampicare.

Ci sono foto che lo ritraggono in pose che sono solo sue, inconfondibili, egli era non solo un alpinista, era un vero artista e il suo gesto, come si può ben vedere in questo libro, era vera e propria opera d'arte, la sua perfezione nel movimento, la ricerca della salita verticale, la cosiddetta a goccia d'acqua cadente, lo rendono unico e ineguagliabile.

E' un'opera che non può mancare assolutamente dallo scaffale del vero appassionato, in essa si evidenzia tutta la bellezza dell'alpinismo basato sull'armonia e e sull'abilità plastica, non sulla forza e sugli attrezzi, osservando queste foto non si potrà non concordare con Franza Rudowsky, un tempo presidente dell'OAv: arrampicava come se avesse le ali di un angelo...

 

© Filippo Zolezzi