Narrativa

Mangart

Collana:

Autore: Andrea Gennari Daneri

ISBN 978-88-906381-2-1

Euro 16,50

Formato: 14 x 21 cm

Pagine: 356

Editore: Pareti e Montagne

 



 

Mangart

Andrea Gennari Daneri

Pareti e Montagne

 

la copertina

La narrativa di montagna, libri o film, ha come primo argomento le imprese alpinistiche, naturale, come secondo filone ha quello del giallo, o noir se si preferisce, l'intrigo poliziesco o spionistico.

Questo interessante Mangart appartiene alla seconda categoria, la vicenda non appare per nulla scontata e facile da interpretare fino all'ultimo capitolo: uno scalatore milanese introverso, che desidera passare il giorno di Natale su questo monte all'estremo nordest, che traccia il confine con la Slovenia, una spia iraniana inseguita da anni dai servizi segreti internazionali, un alto ufficiale traditore serbo, una vicenda sentimentale ingarbugliata tra un pilota di elicotteri, il suo meccanico e la ragazza indecisa tra i due, ecco gli argomenti che si intersecano in un labirinto apparentemente senza uscita.

La narrazione molto brillante, con continui colpi di scena: l'intrigo internazionale si sovrappone a quello sentimentale e genera interesse costante nel lettore.

Anche se le vicende sono molto differenti, si possono trovare spunti di analogia in grandi film come Assassinio sull'Eiger e Cinque giorni un'estate, abbiamo letto parecchi libri di genere noir di montagna, ma questo si distingue totalmente da tutti quelli che lo hanno preceduto.

L'autore Andrea Gennari Daneri il direttore responsabile dell'importante rivista dedicata all'arrampicata Pareti, con questo libro risultato vincitore del 1 Premio Letterario concorso "Leggimontagna" 2012-sezione narrativa.


 

Filippo Zolezzi