Narrativa

Fuori la crisi

Collana: Le Pleiadi

Autore: Antonio Sisana

ISBN Antonio Sisana

Euro 11,90

Formato: 13 x 19 cm

Pagine: 66

Editore: Edizioni Creativa

 



 

Fuori la crisi

Antonio Sisana

Edizioni Creativa

 

la copertina

Breve romanzo che trae spunto dalle penose vicende attuali del nostro povero paese: politici sempre più chiusi in se stessi, partiti che pensano solo a impinguirsi a spese dei cittadini, istituzioni latitanti, prevaricazione e sopruso di ogni tipo... una realtà che purtroppo ben conosciamo e che l'autore non ha avuto difficoltà a descrivere.

In quest'atmosfera di cinico sconforto generale si inserisce un uomo in grado di ribaltare il declino del paese e di salvarlo dal baratro, un Principe che però non applica le teorie di Macchiavelli, ma invece emana una profonda umanità e un grande amore per il prossimo.

I partiti ridotti alla canna del gas e intimoriti dalla sfiducia popolare, viene in mente il movimento dei forconi fortunatamente abortito ma fino a quando non si sa...,contattano questa sorta di Joan Lui, (personaggio di Celentano che vive situazioni analoghe di circa 40 anni orsono), e gli affidano la guida del governo italiano, in un disperato tentativo per scongiurare la sommossa popolare.

Una ricetta semplice, formata da pochi ma radicali interventi, uno è l'abolizione delle tasse (sic), che permette il miracolo e in poco tempo la situazione si ribalta e le cose finiscono col sistemarsi, evitando la catastrofe.

Questa è un'opera positiva, che invita all'ottimismo e ai sani principi, segue le tracce di un mondo buono per tutti vaticinato da Tommaso Moro in Utopia, ma talmente irrealizzabile da essere diventato il simbolo delle cose che non si riusciranno mai a realizzare.

L'autore dice cose che sono animate dal buon senso, dote che non sembra essere nel vocabolario delle lobbies che dominano il mondo, delle banche centrali e delle cancelliere di turno, e che il buon Jan Fleming aveva mirabilmente preconizzato nella famigerata SPECTRE, combattuta alacremente da 007 James Bond.... Seguiamolo e non abbandoniamo la speranza...



 

© Filippo Zolezzi