Storia Cultura Etnografia

Gran Sasso imprese storiche

Dalla costruzione dell'albergo e della funivia alla liberazione di Mussolini sul Gran Sasso d'Ital

Collana: Storia alpina e dell'Appennino

Autore: Emanuele Lucchetti

ISBN 978-88-89429-464

Euro 12,00

Formato: 15 x 21 cm

Pagine: 80

Editore: Technopress

 

  Home Editoria


 
 

Gran Sasso imprese storiche

Dalla costruzione dell'albergo e della funivia alla liberazione di Mussolini sul Gran Sasso d'Ital

Emanuele Lucchetti

Technopress

 

la copertina

Negli ultimi anni passati vi abbiamo parlato molto di Emanule Lucchetti e della sua casa editrice Technopress, rassegnatevi a sentirne parlare ancora molto, perchè dopo una pauua di preparazione, Emanuele ritorna ai suoi affezionati lettori con una raffica di novità, tali da far impallidire pire un abitante di Zanzibar!

Grande esperto di informatica e soprattutto appassionato di montagna, specialmente la sua montagna, quella dell'Appennino centrale, con i meravigliosi massicci del Gran sasso, del Terminillo e della Maiella, oltre ai monti del Sirente, il Veilino, ecc..., dopo una nutrita serie di guide dedicate all'escursionismo, a i sentieri e alla natura di questi luoghi, l'editore-autore si cimenta anche con la storia, ricca, del Gran Sasso.

Il '900 fu' un secolo di grande sviluppo per il Gran Sasso; negli anni '30 iniziarono i lavori per la realizzazione della funivia commissionati dal regime fascista alla ditta "Ceretti & Tanfani" che nel 1934 inauguró l'opera
della funivia azionata con un sistema "fune-freno".

L'impianto disponeva di due cabine che facevono spola tra la stazione a valle e quella intermedia e da quella intermedia a quella a monte. Negli anni '50 la funivia venne ampliata e trasformata in una vera e propria "vai-e-vieni".

Sempre negli anni '30 iniziarono i lavori dei Centro Turistico per la realizzazione dell'albergo di Campo Imperatore a 2.130 metri di quota.

L'aereo FI-156 Cicogna atterrato a Campo Imperatore e utilizzato per liberare Benito Mussolini.
Negli anni '40, il Gran Sasso, vista l'alta quota e l'ottima qualità dell'aria, venne sfruttato dall'esercito italiano e tedesco anche come luogo di cura dove inviare militari malati per un periodo di convalescenza.

Nel 1943, nell'albergo di Campo Imperatore, fu' ospitato Benito Mussolini nella sua prigionia ed il 12 Settembre 1943 venne liberato dai tedeschi con l'operazione "Heiche" guidata dal capitano Otto Skorzeny; la liberazione del Duce é il fatto che maggiormente ha reso celebre il Gran Sasso.

La domanda che sorge spesso a chi sale a Campo Imperatore per la prima volta ed osserva il rosso albergo é: "quello é l'albergo dove fu tenuto prigioniero il Duce ?". Specialmente nei mesi estivi sono molti i turisti che visitano la stanza
201 dove trascorreva le giornate Benito Mussolini.

L'operazione tedesca "Heiche" (quercia) oltre ad essere ricordata per la liberazione del Duce rappresenta anche un importante trattato dì strategìa militare. I tedeschi furono gli unici nella storia ad atterrare con aereomobilì a Campo Imperatore; una impresa praticamente impossibile vista la quota e le condizioni accidentali del terreno.




Filippo Zolezzi