Storia Cultura Etnografia

LA LAVANDA IN VALLE GESSO

Storia e tradizioni della raccolta dell'isòp nelle alpi Marittime

Collana: Quaderni delle Marittime

Autore: Walter Cesana

ISBN 978-88-7904-086-0

Euro 15,00

Formato: 21 x 21 cm

Pagine: 216

Editore: Blu Edizioni

 

  Home Editoria


 
 

LA LAVANDA IN VALLE GESSO

Storia e tradizioni della raccolta dell'isòp nelle alpi Marittime

Walter Cesana

Blu Edizioni

 

la copertina

Con questo interessante volumetto inizia la pubblicazione della nuova collana Quaderni delle Marittime, editi a cura del Parco Naturale Alpi Marittime con Ecomuseo della Segale, in collaborazione con Blu edizioni.

Nel libro viene ricostruita per la prima volta la storia locale della lavanda, in lingua d’oc denominata izòp, fiore bello, profumatissimo e dal colore blu intenso tendente al violetto, che cresceva, e ancora cresce, sulle Alpi Marittime.

Si scopre così che un secolo fa i pendii della Valle Gesso erano blu di lavanda e che la raccolta e il commercio di questa pianticella hanno costituito per il secolo tra la metà dell’Ottocento e la metà del Novecento un’attività economica e sociale importante per le famiglie e le comunità alpine di questo territorio.

Il testo, attraverso fonti scritte e orali, porta alla luce una sorprendente e inedita documentazione che restituisce le procedure, le regole, le vicende, le tradizioni legate alla raccolta, al commercio e alla distillazione della lavanda.

Nelle fonti locali e nella memoria dei raccoglitori si ritrovano alcuni temi messi a fuoco dalle ricerche più analitiche di ecologia storica, rendendo possibile la conoscenza delle pratiche agro-silvo-pastorali del passato e il recupero di un importante patrimonio culturale ancora ben vivo tra la popolazione locale che, oggi, ne ha rilanciato la memoria con una «festa della lavanda» che si svolge ogni anno ai primi di agosto.

Filippo Zolezzi