Narrativa

Storie del bosco antico

Collana:

Autore: Mauro Corona

ISBN

Euro 10,00

Formato: 14 x 22 cm cm

Pagine: 152

Editore: Mondadori

 

  Home Editoria


 
 

Storie del bosco antico

Mauro Corona

Mondadori

 

la copertina
l nostro amato Mauro Corona, autore tanto apprezzato dagli appassionati di montagna e, in generale, da tutti coloro che amano le cose vere e i sentimenti schietti, ci presenta un nuovo libro e noi non potevamo non recensirlo subito!

La copertina ci presenta uno stile differente: non la solita immagine a cui siamo abituati del nostro autore in bandana e canottiera, ma un bel disegno con una civetta e un fuoco e differente é anche lo stile del testo.

Qui non troviamo i soliti amici di sempre, come Carle, Cice Mela, Silvio, Vasyli, Sepp, l'Altro Carle, ma una serie di personaggi fiabeschi: animali, fiori e personaggi prodigiosi o mitici, perché non si tratta di un nuovo volume della serie autobiografica di Mauro, ma di un libro di racconti e fiabe per bimbi e ragazzi.

Si tratta di oltre 40 racconti brevi dedicati ai principali abitanti delle montagne: aquila, picchio, camoscio, stambecco, martora, gallo forcello e cedrone, cinghiale, ragno, marmotta, ecc., nei quali corona racconta in modo fantastico come questi sono diventati tali, o il motivo che ne ha portato le caratteristiche.

Sono fiabe semplici che possono anche essere lette ai piú piccoli, perché molto semplici da comprendere e simpatiche da raccontare, sempre con una morale che fa da riflessione e da sprone a una vita onesta e senza trucchi.

Mauro Corona
Il buon Dio appare come protagonista in molte vicende: come colui che castiga, nei casi di strafottenza e di egoismo degli animali, oppure mosso da pena trasforma qualche sventurato in fiore o animale, sempre con la funzione di giudice giusto e misericordioso, ma anche pronto a punire chi lo merita.

Qualcuno forse storcerá il naso a sentir parlare di fiabe e fa molto male, perché le fiabe sono molto istruttive , almeno quelle come queste... sono dedicate i bambini, ma perché siano i grandi che gleile leggano e ne traggano l'insegnamento.

Non troviamo toni solenni o roboanti, ma solamente la semplice sapienza del bosco antico, con tutti i suoi membri e abitanti e da tutte le vicende si possono estrapolare molti principi validi pe la vita di ognuno.

Mauro Corona ci ha abituato, con i suoi libri, a non ricercare le cose futili, ma ad entrare nell'essenza stessa delle cose, senza lasciarsi attrarre da certe sirene che, come tentarono con Ulisse e la sua ciurma, imparando a discernere le cose importanti per noi, da quelle futili e persino dannose.

L'autore ci lascia, ancora una volta, pagine di vera poesia, dove potersi fermare a rifletter un pochino e a lasciare, per qualche momento, egoismo, disonestà e superficialità.

Filippo Zolezzi