Escursioni e Passeggiate

A piedi in Alta Val di Susa

55 Escursioni

Collana:

Autore: Sylvie Bigoni

ISBN 978-88-97465-07-2

Euro 19,00

Formato: 14 x 21 cm

Pagine: 196

Editore: Fraternali

 

  Home Editoria


 
 

A piedi in Alta Val di Susa

55 Escursioni

Sylvie Bigoni

Fraternali

 

la copertina

Dopo una serie di bellissime cartine della Valli intorno a Torino, la Fraternali editrice si è lanciata su di una interessantissima serie di pubblicazioni dedicate a Escursioni, arrampicate e MTB in Val di Susa, ad esempio Un passo verso il cielo, Arrampicata sportiva in valle di Susa e Western Trails 64 proposte di cicloalpinismo in Val Susa.

Questa volta è il turno di A piedi in Alta Val di Susa 55 escursioni tra le montagne di Bardonecchia, Cesana, Claviere, Montgenevre, Oulx, Sauxe di Cesana, sul filo del confine italo-francese.

Nella realtà le escursioni proposte sono oltre 60, tutte molto interessanti e di vario livello, tra di esse troviamo alcune grandi classiche, come il Rocciamelone, lo Chaberton, il Gran Queyron, lo Jafferau e il Fraiteve.

Poi vi sono escursioni meno note, ma non meno belle e interessanti, di differente difficoltà e adatte a tutti i palati.

Un confine da valicare allegramente, cos' l'autrice ha inteso la propria guida, con colli secolari percorsi da innumerevoli sentieri e mulattiere un tempo indispensabili sia ai valligiani che agli eserciti.

Tantissime strade militari con la loro pendenza perfetta, il loro robusto selciato e i muri in pietra a secco che, guardati dal basso verso l'alto, sembrano un valzer in crescendo.

Il lavoro della pietra in montagna esalta i terrapieni, disegna i tornanti sottolineandone le curve, il legno nobilita le abitazioni. Lasciatevi guidare lungo alcuni di questi sentieri in una natura esuberante camminando sul filo dei confini terreni e intimi, alla ricerca delle bellezze naturali combinate con i nostri segreti piè profondi, a volte racimolando le ultime forze per vincere gli ultimi metri che ci separano dalla meta che si trasforma in punto di partenza per un nuovo superamento di noi stessi, la montagna come terreno di allenamento della vita.

Filippo Zolezzi