Narrativa

Le nevi dell'Equatore

Collana: Orizzonti

Autore: Mirella Tenderini

ISBN 978-88-96822-39-5

Euro 13,00

Formato: 14 x 20 cm

Pagine: 236

Editore: Alpine Studio

 

  Home Editoria


 
 

Le nevi dell'Equatore

imperdibile
di marzo 2013

Mirella Tenderini

Alpine Studio

 

la copertina

Mirella Tenderini è una dei più grandi esperti di storia dell'alpinismo, delle conquiste di montagna e di eplorazioni estreme, ha diretto molte collane editoriali di grande successo in passato.

Le Nevi dell'Equatore è un libro storico che ripercorre le tappe dell'esplorazione dell'Africa Orientale e della sua colonizzazione, con le grandi spedizioni alla scoperta delle sorgenti del Nilo e dei Monti della Luna.
Queste ricerche sono culminate con la salita del Kilimanjaro, del Kenya e del Ruwenzori, le tre montagne più alte del continente africano.

Questo libro appassionante ci presenta le epopee di avventurieri, di negrieri e di veri esploratori, come Burton, Speke, Stanley e Livingstone, accompagnate dalle guerre di conquista, dagli sfruttamenti umani e materiali.

Il libro inizia con l'episodio del missionario tedesco Johann Rebmann che si gettò i ginocchio, lodando il Signore scorgendo, primo occidentale, la cupola innevata del Kilimanjaro; prosegue suddiviso in diverse sezioni: le prime esplorazioni nell'Africa orientale, dai Monti della Luna alle sorgenti del Nilo; passa poi al periodo della colonizzazione; analizza poi la corsa alla conquista del Kilimanjaro, ottenuta nel 1889 da Meyer e Purtscheller, dopo ripetuti tentativi.

Poi é descritta la conquista del Monte Kenya nel 1889 da parte dell'inglese Mackinder con gli italiani Ollier e Brocherel; infine la conquista della terza montagna d'Africa il Ruwenzori, ad opera del Duca degli Abbruzzi nel 1906, con Petigax e ancora Ollier e Brocherel.

Le Nevi dell'Equatore abbraccia un periodo storico che va dalla fine del '700 ai giorni nostri, ma non è solo la documentazione di alcune conquiste alpinistiche, bensì la storia di una parte di questo continente, che ha visto le popolazioni indigene vittime dei mercanti di schiavi prima, dei colonnizzatori, successivamente e delle drammatiche lotte intestine dopo la fine del colonialismo, con le terribili guerre tribali, non ancora cessate neppure oggi, purtroppo...

Filippo Zolezzi