Storia Cultura Etnografia

CAI 150, 1863*2013
Il libro

Collana:

Autore: Aldo Audisio, Alessandro Pastore

ISBN 978-88-7982058-5

Euro 40,00

Formato: 18 x 26 cm

Pagine: 510

Editore: CAI Club Alpino Italiano

 

  Home Editoria


 
 

CAI 150, 1863*2013
Il libro

Aldo Audisio, Alessandro Pastore

CAI Club Alpino Italiano

 

la copertina

1861: unità d'Italia; 1863, appena due anni dopo, fondazione del CAI il Club Alpino Italiano, il 150° vede la celebrazione di un pezzo importante di coscienza del popolo italiano!

Dalla profetica decisione di Quintino Sella, fondatore e primo presidente del sodalizio, a oggi possiamo contare circa 320.000 soci attuali, circa 500 sezioni locali e 300 sottosezioni, un bel risultato non c'è che dire.

Il CAI ha festeggiato i tutta l'Italia il proprio straordinario compleanno, ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti, tra cui La "Pigna d'Oro" 2013, nel Festival La Magnifica Terra coorganizzato dal nostro sito Alpinia, con la seguente motivazione:
L'occasione del 150° della fondazione che ricorre quest'anno pone la riflessione sull'importanza del CAI e sulla valenza dell'Ente, che ha veramente portato la montagna agli italiani e gli italiani alla montagna; centro di aggregazione, di ricerca, di socializzazione, il CAI rappresenta una pietra miliare per la nascita stessa dell'Italia come nazione e come popolo.
Questa onorificenza, assegnata quest'anno per la prima volta, vuole essere premio e riconoscimento ai milioni di associati in questi 150 gloriosi anni, uniti in un ente che tanto rappresenta l'Italia, sia nel nostro paese, che nel mondo intero
.

Questo libro, curato dal Presidente del Museo Nazionale della Montagna Aldo Audisio e da Alessandro Pastore curatore della mostra per il 150°, è un vero album di famiglia, attraverso il quale si dipana la storia del Club, ma anche quella stessa del nostro paese, attraverso l'alpinismo e l'esplorazione delle montagne.

Esso si presenta sotto forma di raccolta antologica, con brani di autori capaci
e competenti, come gli autori, Marco Cuaz, Franco Brevini, Enrico Camanni, Roberto Mantovani, Leonardo Bizzaro, Luca Calzolari.

Come tutti gli album di famiglia, esso dovrebbe essere presente in ogni focolare dove arde il fuoco della passione per la montagna, è un pò il proprio albero genealogico, la cronaca delle proprie origini, non solo per i nostalgici, ma per tutti...

Filippo Zolezzi