Storia Cultura Etnografia

La scoperta dell'alta quota

Collana: Mondi verticali

Autore: Roberto Mantovani

ISBN 978-88-96822-72-2

Euro 14,00

Formato: 14 x 20 cm

Pagine: 104

Editore: ------------

 

  Home Editoria


 
 

La scoperta dell'alta quota

imperdibile
di ottobre 2014

Roberto Mantovani

------------

 

la copertina

Roberto Mantovani è da tutti noi conosciuto come uno dei più esperti giornalisti di montagna, conoscitore della storia dell'alpinismo e appassionato in pariolare della storia delle scalate delle montagne più alte della Terra.

In questo piccolo libro l'autore traccia il difficile cammino che ha portato l'uomo sulle vette più alte del globo, in lotta con la cosiddetta thin air
, l'aria sottile che le caratterizza e che le rende estrememamente pericolose e inabitali.

A partire dal 1500 a oggi, egli descrive i tentaivi e gli affanni vissuti dai protagonisti di questa vera e propria epopea, culminata con lo stupore per la pèrima salita senza ossigeno sull'Everest, da parte di Messner e Habeler e pensare che già nel 1924 due inglesi semisconosciuti, Norton e Soemrvelle arno arrivati a 8600 senza ossigeno...

Mantovani, da quel grande studioseo che è, rivela particolari spesso sconosciuti ai più, ma che lui conosce bene, essendo anche stato per anni responsabile del Museo della Montagna a Torino, così si passa al risibile credere dell'inizio dei tentativi himalayani che il senso di soffovcamento fosse dovuto a venefici effluvi di piante ed erbe locali, fino ad arrivare agli inimmaginabili traguardi odierni.

E' un libro diverso dai soliti che tracciano la storia delle scoperte verticali e della conquista del cosiddetto terzo polo, quello dell'altezza, di piccola mole, ma estremamente interessante, solo due cose sembrano non armonizzarsi su questo libro veramente innovativo e fondamentale per un appassionato: il primo è che l'opera sembra terminare incompiuta, come se pubblicata in anticipo alal sua naturale gestazione, come se mancassero pagine che un lettore si aspetterebbe di leggere, forse un vuoto voluto in attesa di una prosecuzione futura? Il secondo appunto è il prezzo, pur considerando le spese sempre maggiori che un editore deve affrontare, 14 € per 100 pagine ci sembrano realmente un pò troppo...


Filippo Zolezzi