Escursioni e Passeggiate

DOLOMITI, Sentieri

Per un uso escursionistico degli impianti di risalita e dei mezzi pubblici in quota

Collana:

Autore: Paolo Bonetti, Paolo Lazzarin

ISBN

Euro 30,00

Formato: 22x28 cm

Pagine: 192

Editore: Zanichelli Editore

 

  Home Editoria


 
 

DOLOMITI, Sentieri

Per un uso escursionistico degli impianti di risalita e dei mezzi pubblici in quota

Paolo Bonetti, Paolo Lazzarin

Zanichelli Editore

 

dolomiti
la copertina
Nelle Dolomiti sono in funzione nel periodo estivo impianti di risalita che permettono di raggiungere rifugi in quota da dove si godono panorami grandiosi e che si possono utilizzare anche per arrivare con rapidità e senza fatica in ambienti di "grande" montagna, da dove partire per itinerari altrimenti impossibili a molti, perch’ troppo lunghi e faticosi e riservati a pochi escursionisti ben allenati.

Ma non si tema il sovraffollamento: spesso i sentieri stessi che riportano in fondovalle sono poco frequentati e silenziosi.

Con quest'ottica si possono guardare anche i mezzi pubblici, che servono con efficienza molte zone dolomitiche, o i servizi navetta che in alcune località permettono di tornare al punto di partenza di una lunga traversata senza doversi preoccupare di dover recuperare la propria auto.
cimon della Pala
Il Cimon della Pala dal rifugio Rosetta

Questo libro suggerisce alcuni di questi itinerari distribuiti in tutta la regione dolomitica: dal Brenta alla Cresta Carnica, passando per la Val di Sesto, il Cadore, la Civetta, il Passo Giau, la Val di Fiemme, San Martino di Castrozza, Fedaia-Marmolada, Arabba, la Val Badia, il Passo Pordoi, la Val di Fassa, la Val Gardena, il Brenta.
carta
Esempio di cartina di percorso

Alcuni sono facili e brevi, altri, nonostante la partenza già in quota, mettono a dura prova anche escursionisti allenati.

E' un invito a considerare impianti e mezzi pubblici con intento escursionistico e non solo con ovvio interesse panoramico,sfatando il luogo comune: funivia = scansafatiche e disturbatore.
ferrata
Sulla ferrata Bianchi al Cristallo. Sullo sfondo le Dolomiti di Sesto.

Questa proposta non è un colpo inferto alla cagionevole e spesso compromessa salute dell'ambiente; non si prefigge di concentrare in zone, a volte già compromesse, un maggior numero di turisti, ma suggerisce nuove possibilità a escursionisti che di sicuro amano e rispettano la montagna; possibilità che magari sono dietro l'angolo ma che spesso vengono trascurate.

Gli autori: Paolo Bonetti e Paolo Lazzarin, sono due tra i maggiori conoscitori delle dolomiti; insieme hanno già scritto molti libri su di esse, alcuni anche in questa stessa collana.

Filippo Zolezzi