Narrativa

Il fondo del sacco

Collana: La salamandra

Autore: Plinio Martini

ISBN

Euro 14,50

Formato: 16 x 21 cm cm

Pagine: 173

Editore: Casagrande Edizioni

 

  Home Editoria


 
 

Il fondo del sacco

imperdibile
di luglio 2005

Plinio Martini

Casagrande Edizioni

 

la copertina
Tutti i libri di Plinio Martini ci hanno appassionato, anzi in senso estensivo possiamo dire che gli autori Ticinesi e di montagna ci piacciono particolarmente: Corinna Bille, Anna Gnesa, lo stesso Plinio Martini, hanno trovato ampio spazio su Alpinia.net.
Diversi di loro hanno anche avuto il nostro giudizio di Imperdibile del mese, addirittura proprio un libro di Plinio Martini, Delle streghe e d'altro, é stato per noi il miglior libro recensito nel 2004 ed é l'imperdibile dell'anno 2004.

Plinio Martini ci piace in modo particolare e di questo dobbiamo ringraziare l'appassionato editore di Locarno Armando Dadó, che ce lo ha fatto conoscere, Martini é sincero, immediato, la sua penna non indugia in arzigogoli letterari, ma va dritta al cuore del lettore; i suoi personaggi possono essere per lo piú associati al ciclo dei vinti di Pirandello, come purtroppo lo sono tanti abitanti passati della montagna, prima che arrivassero contributi e sovvenzioni e trasformassero alcuni posti in una sorta di riserva indiana.

Adesso presentiamo l'opera considerata summa del nostro maestro di Cavergno: Il fondo del sacco, un romanzo che narra di vicende vere, vicende che potrebbero essere applicate a molti milioni di nostri connazionali, specie montagnardi delle Alpi e dell'Appennino, costretti a emigrare in America, alla ricerca di un pochino di benessere, per togliersi dalla fame... e qualcuno c'é persino riuscito a "trovare l'America", ma a quale prezzo?

Il succo di questo libro é la partenza dalla valle Maggia del protagonista, la ricerca del benessere economico e la perdita della fidanzata, della propria identità, dello sradicamento dalla propria famiglia, dal proprio paese, dalla propria valle, dalle montagne, acerrime avversarie e fonte di immani fatiche, ma pur sempre culla della propria cultura.



L'autore, Plinio Martini
Accolto con entusiasmo dalla critica e dai lettori sin dalla sua prima apparizione più di trentÍanni fa, Il fondo del sacco non ha mai smesso di essere ristampato, non solo in italiano ma anche in tedesco, francese, inglese, serbo e albanese.

Riportiamo alcune frasi del primo capitolo, dalle quali nasce anche il titolo del libro:
"Io a Cavergno son tornato proprio per quel ricordo (tornato dall'America, n.d.r.) e per levarmela dalla testa forse devo parlarne una volta fino in fondo, a cominciare da capo per mettere insieme quello che abbiamo patito qui prima di partire, la nostra vita di allora, le bestie, il fieno, l'alpe, il letame, il mal di schiena e poi il buono, perché a essere giusto devo dire che abbiamo avuto anche di quello: forse mi puó far bene a vuotare il sacco fino in fondo".

Filippo Zolezzi