Storia Cultura Etnografia

Guido Monzino

l'ultimo signore di Balbianello e le sue ventuno spedizioni

Collana: Le Vette

Autore: Rita Aymone Cat

ISBN

Euro 20,00

Formato: 17 x 24 cm

Pagine: 212

Editore: Alberti Libraio

 

  Home Editoria


 
 

Guido Monzino

l'ultimo signore di Balbianello e le sue ventuno spedizioni

Rita Aymone Cat

Alberti Libraio

 

la copertina
"Nella nostra vita si possono raggiungere le vette più alte, sempre che ciascuno intenda dare, veramente, il meglio di se stesso" sono le parole di Guido Monzino stesso, un personaggio straordinario che ha fatto della sua vita una sfida costante alla mediocrità e al conformismo della consuetudine...

Con quest'opera l'autrice Rita Aymone Cat rifugge dal cercare di fare un'opera enciclopedica e ponderosa sulle avventure delle 21 spedizioni di Guido Monzino, ma con onesta modestia si limita a tracciarne appena le linee, riuscendo peró a mostrarne tutte le caratteristiche essenziali.

Guido Monzino incarna lo spirito dei personaggi del a cavallo tra il XIX e il XX secolo, che animati dallo spirito di avventura hanno percorso ogni angolo della terra per portarne la conoscenza a tutta l'umanitá, In lui lo spirito della conquista alpina di Whymper e quella dei grandi esploratori polari come Scott e Amundsen, peró alcuni decenni dopo e senza piú tante luci della ribalta.



Guido Monzino
"Gradatim conscenditur ad alta..." "poco a poco si conquistano le altezze" questo era il motto di Guido Monzino, la cui vita é stata una continua ascesa verso verso i supremi valori dell'esistenza umana.

Monzino inizió a ventisette anni la sua prima impresa, nel 1955 in Africa Occidentale l'attraversamento Senegal-Guinea-Costa D'Avorio, per circa quindici anni ha portato a sventolare il tricolore italiano in ogni luogo piú sperduto e famoso della terra, conquiste ardue, in terre affascinanti, dalla natura spesso assai forte e ostile.

Molti si sono domandati il perché di tali imprese, quale molla scattasse al suo interno, ma lui rispondeva cosÌ a chi lo intervistava: "Ho ricercato una spiegazione obiettiva per questa misteriosa posizione d'incanto, senza mai approdare a nulla, soffrendone il fascino [...'> L'ideatore, l'organizzatore, il capo della spedizione... identificarvisi é tanto, tanto pesante [...'> Forse pochi sanno qual'é l'angoscia dell'inventore."
19 Maggio 1971, Polo Nord Il tricolore sventola a 90° Nord
Legato da un amore profondo per la Valle d'Aosta, ha percorso le Grandes Murailles, la sua prima grande impresa alpinistica, poi le Ande Patagoniche, col Cerro Paine, il Kanjut Sar nel Karakorum, l'Africa centrale col Kilimanjaro, il Mount Kenya, il Ruwenzori, quella Sahariana con l'Hoggar e il Tibesti, poi le lunghe spedizioni in Groenlandia, la spedizione triennale italiana al Polo Nord e infine 5 Maggio 1973 la prima conquista italiana del tetto del mondo, l'Everest

Il libro presenta in modo sintetico tutte e 21 le spedizioni, riportandone in modo completo i partecipanti e le carte con i tracciati seguiti; in appendice vi sono le riproduzioni di molti documenti autografi e il diario di posizione della spedizione al Polo Nord.






27 Dicembre 1957, Ande Patagoniche vetta del Paine Principale


A Villa del Balbianello, sul Lago di Como, si possono visitare i cimeli di queste straordinarie imprese e sentirsi avvolgere dallo spirito di avventura di questo straordinario personaggio che di sicuro é stato protagonista della propria vita e che ha scritto pagine gloriose per se stesso, la sua famiglia e la nostra Patria.

Un plauso infine a Carlo Alberti, il titolare della Alberti Libraio Editore, giá é bella e affascinante la sua definizione libraio che indica qualcosa di più che un semplice editore, ma un ricercatore, un appassionato..., che ci ha regalato la possibilità di conoscere questo straordinario uomo che fu Guido Monzino

Filippo Zolezzi