Narrativa

Montagna dentro

Un'eco dei primi cinque anni del premio di narrativa Carlo Mauri

Collana:

Autore:

ISBN

Euro 17,50

Formato: 17 x 24 cm cm

Pagine: 288

Editore: Bellavite A.G.

 

  Home Editoria


 
 

Montagna dentro

Un'eco dei primi cinque anni del premio di narrativa Carlo Mauri

Bellavite A.G.

 

la copertina
Alpinismo, esplorazione e avventura sono le tre sezioni del Premio di narrativa Carlo Mauri, ma sono anche le tre prerogative di questo straordinario personaggio di Lecco troppo presto scomparso e tanto rimpianto da chiunque lo abbia conosciuto...

Mauri era una persona semplice, affabile, amichevole, chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, anche per il semplice incontro di una serata di montagna, può capire questo discorso, un uomo tanto amichevole, quanto affascinato dall'avventura pura e nuda, senza risvolti tecnologici nè aiuti esterni; le sue imprese sono state veramente l'avventura nella sua essenza.

La traversata dell'oceano con Heyerdal sulla Ra la barca di papiro in puro stile egizio. la via del sale, la via della seta, le esplorazioni ai poli, identificano questo personaggio straordinario, ma estremamente modesto e schivo dalle luci della ribalta.

I suoi amici di sempre: la U.O.E.I, Unione Operai Escursionisti di Lecco e il Gruppo Gamma Alpinistico Leccese hanno dato vita, a partire dal 1998, a questo premio di narrativa, arrivato alla sua quinta edizione.




Carlo Mauri, momenti di relax in tenda
Montagna dentro raccoglie gli elaborati premiati in questi anni di premio: ogni anno vede i primi tre classificati e il premio speciale, inoltre sono riportati in modo sintetico i lavori di tutti i concorrenti.

L'iniziativa è nata da un'idea di Renato Frigerio, che ne ha curato poi la redazione e con l'intento preciso di stimolare la riflessione e l'impegno a far emergere le intuizioni profonde che sempre si incontrano nelle più importanti esperienze.

Questo libro è particolare per i suoi testi sempre molto belli e interessanti, ma non solo: una ricca carrellata di immagini del "Bigio" ci riportano a quello straordinario campione e di avventura che è stato e ancora è Carlo Mauri.

Filippo Zolezzi