Storia Cultura Etnografia

Soccorsi in Montagna

1954-2004: 50 anni

Collana:

Autore: Roberto e Matteo Serafin

ISBN

Euro 35,00

Formato: 22 x 31 cm cm

Pagine: 388

Editore: Ferrari

 

  Home Editoria


 
 

Soccorsi in Montagna

imperdibile
di maggio 2004

1954-2004: 50 anni

Roberto e Matteo Serafin

Ferrari

 

la copertina
Questo libro si presenta imponente: per dimensioni, molto grandi, per peso, massiccio, ma soprattutto per i contenuti che sono straordinariamente accattivanti e coinvolgenti per ogni appassionato di montagna.

Nel 2004 ricorre il cinquantenario della fondazione del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico creato e organizzato dal CAI, organismo che nel periodo della sua vita ha effettuato oltre un milione di interventi per missioni di soccorso ad alpinisti ed escursionisti in difficoltá, sulle Alpi, sugli Appennini, ma anche su montagne extraeuropee.

Roberto Serafin ne é l'autore insieme al figlio Matteo: coordinatore della Redazione de Lo Scarpone conosce molto bene la storia di questa Organizzazione benefica e ce ne dona la conoscenza.

Parlare del Soccorso alpino e delle eroiche vicende che hanno visto protagonisti i suoi componenti é una delle pagine piú gloriose della storia dell'alpinismo: se le grandi conquiste sono esaltanti, i grandi e piccoli salvataggi sono commoventi; infatti i soccorritori spesso non hanno esitato a mettere a repentaglio la propria vita per andare a portare aiuto a feriti, per recuperare pietosamente corpi, per evitare l'aggravarsi di tragedie giá consumate.





Manifesto del 1956
La solidarietá in montagna é vecchia quanto l'alpinismo stesso: sin dai pionieri era norma comune mettere a repentaglio la propria incolumitá per portare soccorso a chi era in difficoltá e alle vittime degli incidenti in quota.

Col passare del tempo si sentí l'esigenza di passare da una fase di volontariato occasionale a quella di un servizio sempre vigile e pronto ad intervenire nel tempo piú breve possibile, in una lotta contro il tempo, dove ogni minuto puó rappresentare la vita o la morte di chi deve essere soccorso. E' emblematica la vicenda di Corti e Longhi sull'Eiger nel 1957, che ha visto forse in azione la piú grande squadra multinazionale di soccorso mai formatasi.

Questo libro é bello per tanti motivi: per prima cosa traccia la gloriosa storia del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e speleologico, una storia ricca di eroismo, di gesti di fraternitá e di valori immensi dell'uomo al servizio dell'uomo...

Franco Garda, uno dei pionieri del Soccorso Alpino in Valle d'Aosta

Poi, facendo la storia del Soccorso Alpino Italiano, finisce per tracciare anche la storia dell'alpinismo di questi ultimi 50 anni, scrivendo e descrivendo vicende che riempiono di commossa ammirazione per i valorosi protagonisti.

Inoltre troviamo anche un'antologia di scritti personali di vari protagonisti di questo Corpo: Oreste Pinotti, Scipio Stenico, Cesare Maestri, Franco Perlotto, Gian Luca Boetti, Ermanno Salvaterra, Spiro Dalla Porta Xidias, Otto Senoner, Andrea Gobetti, senza dimenticare che la presentazione é di Mario Rigoni Stern...

É l'imperdibile del mese perché pensiamo che un libro simile sia elemento fondante della nostra storia alpinistica e debba fare parte della biblioteca minima dell'appassionato di libri di montagna. Inoltre illustra le tecniche di soccorso, descrive le varie sezioni regionali e pertanto oltre che per l'aspetto storico-letterario è importante anche per quello della prevenzione e conoscenza.

Non dimenticate anche di dare un'occhiata, se non lo avete giá fatto, a Soccorso Alpino Valdostano

Filippo Zolezzi