Escursioni e Passeggiate

Val di Fiemme

Passo Rolle e Pale di San Martino

Collana: Escursionismo

Autore: Cinzia Pezzani, Sergio ed Ettore Grillo

ISBN 88-88829-21-0

Euro 18,00

Formato: 12 x 22 cm

Pagine: 264

Editore: Ediciclo Editrice

 

  Home Editoria


 
 

Val di Fiemme

Passo Rolle e Pale di San Martino

Cinzia Pezzani, Sergio ed Ettore Grillo

Ediciclo Editrice

 

la copertina

Mettete una delle valli più belle delle Dolomiti, cercate le escursioni più interessanti, ma sempre abbastanza facili e poco impegnative, mescolate per bene ed ecco questo libro veramente interessante e per un aspetto innovativo: un libro pensato per tutta la famiglia, binmbi nello zainetto compresi...

La vera novità è proprio questa: una guida nella quale la maggioranmza delel gite possono essere effettuate con i propri bimbi, anche quelli che sono in spalla e che possono godersi le gite trasportati dai genitori...

Il meglio delle Dolomiti alla portata di tutti.
Sono 51 itinerari con 46 varianti e percorsi a tema per soddisfare tutti i gusti.
I canyon del Corno Bianco, i graffiti rupestri dei pastori tra Cornon, Pizzancae e Agnello, le miniere e le rocce del "vulcano" di Predazzo, la lunga, solitaria catena del Lagorai, il lago di Paneveggio e la sua musicale foresta, le Pale di San Martino, un crescendo di vette e picchi.

E poi San Martino di Castrozza e il Primiero, con i suoi due gioielli naturalistici: La Val Canali e la Val Pradidali.
Questo è lo scenario naturale in cui si svolgono gli itinerari proposti che accolgono però anche parentesi storiche, artistiche e culturali grazie a borghi pittoreschi e a siti dall'alto valore turistico.

La Porta del Latemar


51 itinerari con 46 varianti per affrontare le Dolomiti da molteplici punti di vista e per calibrare le uscite secondo i propri desideri e la propria forma fisica. In più itinerari "a tema" per soddifare l'aspetto fisico e sportivo ma anche quello naturale, storico, artistico e culturale.

Un ultima osservazione, quest'opera ha una caratteristica che ci piace molto: la maggior parte degli itinerari descritti è ad anello e permette così di non dover andare e tornare con lo stesso percorso, ma facendo ampi giri che permettono di conoscere meglio il territorio attraversato.

Filippo Zolezzi