Narrativa

Il cammino del lupo

L'Alaska a piedi

Collana: Racconti di sport

Autore: Roberto Ghidoni

ISBN 88-900258-7-5

Euro 15,00

Formato: 13 x 19 cm

Pagine: 198

Editore: Insigna

 

  Home Editoria


 
 

Il cammino del lupo

imperdibile
di luglio 2006

L'Alaska a piedi

Roberto Ghidoni

Insigna

 

la copertina
C'è ora una piccola inflazione di tracce di lupo, di ricerca di identità nel Grande Nord, di riscoperta dei nativi, ma soprattutto di riscoperta di se stessi, questo libro però ha qualcosa di differente e ci ha fatto battere forte il cuore, come da un pò di tempo non ci accadeva...

Non pensate di trovarvi davanti un altro personaggio desideroso di mettersi in evidenza, no, l'autore Roberto Ghidoni è unico, all'inizio persino incredibile: un uomo che fino 47 anni aveva sempre vissuto sulle sue montagne della Val Trompia viene a conoscere, tramite una serata con un amico biker, Iditarod, la grande traversata trans-alaskana.

Roberto è un uomo sempllice, attaccatissimo alla sua famiglia, ma è anche un uomo alla ricerca di un senso profondo della vita.
In certi tratti del libro vediamo allungarsi su di lui l'ombra di Rubha Hunish, lo stesso spirito di ricerca del sogno, anche lui profondamente segnato dalla spiritualità di Jack London e allora parte, pensate che non era mai salito su di un aereo in vita sua e il primo che prende lo porta in Alaska...


L'autore

Ghidoni ha fatto tre volte questa corsa come runner: nel 2000, nel 2002 e nel 2003 ed è diventato un beniamino dei nativi che lo hanno soprannominato lupo che corre o alce italiano, ma la lettura del libro ci fa comprendere, pagina dopo pagina, come Iditasport sia solo un'occasione per andare alla ricerca di qualcosa di se stessi che sfugge, anche per chi vive in montagna e questo contadino di montagna non aveva esitato da giovane ad abbandonare le certezze di un posto sicuro in città per riscoprire le radici di una vita vera.

Colpisce molto, nel libro, il grande rapporto di amore tra Roberto e il padre scomparso quando lui era ancora poco più che adolescente e la percezione della sua presenza tra le distese abbacinati dell'Alaska.

...molte volte mi sono sentito guidato da un imperscrutabile disegno dove la vita ha voluto fortemente se stessa attraverso di me...

Filippo Zolezzi