Escursioni e Passeggiate

DOLOMITI NUOVI SENTIERI SELVAGGI

Collana: Montagna

Autore: Paolo Bonetti, Paolo Lazzarin, Marco Rocca

ISBN 88-08-17151-1

Euro 34,00

Formato: 22 x 28 cm

Pagine: 224

Editore: Zanichelli Editore

 

  Home Editoria


 
 

DOLOMITI NUOVI SENTIERI SELVAGGI

Paolo Bonetti, Paolo Lazzarin, Marco Rocca

Zanichelli Editore

 

la copertina

La Casa Editrice Zanichelli non è prodiga di libri di montagna, ma ha da molti anni la tradizione di regalarci uno o due bellissimi titoli, in occasione delle feste natalizie e non possiamo che essergliene grati, visto l'interesse dei titoli e il valore dei contenuti...

Il volume propone una quarantina di itinerari per escursionisti esperti, che vogliono seguire tracce di sentieri nascosti dalla vegetazione, ritrovare quelli un tempo percorsi da boscaioli e carbonai, seguire le tracce lasciate dagli animali o dai cacciatori alla ricerca delle loro prede, interpretare l'orografia del monte per individuare i passaggi più naturali. Questo modo alternativo di vagare per le montagne va ben oltre il godimento dell'immagine distaccata del paesaggio e dell'ambiente naturale, regala emozioni e ore di silenzio impagabili, arricchisce la conoscenza della montagna, ne fa apprezzare il carattere a volte ostico, accresce il doveroso rispetto per l'ambiente naturale.

È lo spunto per abbracciare una diversa filosofia dei rapporti con la montagna, lontana dall'uso utilitaristico dei suoi spazi attrezzati, ma non è una sfida alla sua natura più ostile: solo la richiesta di venire accolti nel suo mondo a coglierne gli aspetti più nascosti.

Forcella Camin

Sono percorsi «nuovi» in riferimento alla pubblicazione, nel 1996,
del Grande libro dei sentieri selvaggi; un decennio dopo, la montagna permette
di aggiungere molte opportunità agli appassionati di escursionismo esplorativo.

I sentieri contenuti in questo libro sono distribuiti in tutta la regione dolomitica e in alcune zone limitrofe.

Sono descritti con accuratezza, per evitare angoscianti dubbi sull'orientamento e le difficoltà da affrontare.

Alcuni sono fattibili da escursionisti mediamente allenati; altri prevedono passaggi su facili roccette, cenge esposte, pendii insidiosi.
Tutti comunque richiedono la massima prudenza, oltre che una stima oggettiva delle proprie capacità prima di avventurarsi in uno di questi straordinari viaggi nella wilderness di casa nostra.

Filippo Zolezzi