Narrativa

Il suonatore di bottiglie

Collana: Umano troppo umano

Autore: Manuela Curioni

ISBN 88-86089-45-6

Euro 13,00

Formato: 17 x 24 cm

Pagine: 136

Editore: Kellermann

 

  Home Editoria


 
 

Il suonatore di bottiglie

Manuela Curioni

Kellermann

 

la copertina

E' risaputo che la narrativa di montagna è nella maggior parte autoreferenziale, cioè gli autori descrivono le proprie avventure o disavventure che hanno vissuto, purtroppo a volte sono racconti un poco banali o enfatizzati, spesso ripetitivi.

Manuela Curioni appartiene a quel filone di persone che amano l'avventura per se stessa, come fucina del proprio io, fisico e spirituale e ha la dote, ottima, di saperlo fare con uno stile che riesce ad affascinare il lettore.

"E' necessario scendere dalla cima e lasciare la montagna per capire che essa rappresenta un punto di partenza; il luogo da cui è possibile guardare oltre, al di là delle vette che nascondono l'orizzonte e al di sopra dei nostri stessi sogni. La cima di ogni montagna rappresenta un nuovo punto di vista e come tale è unno sguardo prezioso sulla vita." Manuela Curioni

L'autrice, che ha collaborato con alcune tra le migliori riviste di montagna, ha in questo libro scelto le maggiori emozioni e suggestioni di 10 anni di viaggi e di avventure alle maggiori montagne del mondo: dal Kilimanjaro e Monte Kenia alla Lapponia, dalla Turchia al Messico fino alla remota Patagonia, al Trentino, al Tibet fino a culminare negli Stati Uniti col John Muir Trail.

E' una bella lettura, di quelle che ci piacciono, perchè in grado di far sognare, di risvegliare sentimenti a volte un poco addormentati, che aspettano una nota appropriata per risvegliarsi e far battere il cuore forte forte

Filippo Zolezzi