Narrativa

Free solo

La vita nelle mani

Collana: Narrativa

Autore: Roberto Vaiana

ISBN 978-88-97299-35-6

Euro 14,50

Formato: 12 x 20 cm

Pagine: 176

Editore: Idea Montagna

 


 

Free solo

imperdibile
di dicembre 2013

La vita nelle mani

Roberto Vaiana

Idea Montagna

 

la copertina

La foto di copertina, che ritrae le mani di Ivo Rabanser e la prefazione di Manolo suscitano immediatamente curiosità su questa opera prima di Roberto Vaiara.

L'introduzione è già un capolavoro e il lettore si predispone a una lettura appassionante e non resta certamente deluso!

E' difficile trovare un racconto che parli di arrampicata sportiva appassionante o non noioso, ma qui l'autore si dimostra competente di tale disciplina e certamente riesce a interessare i suoi lettori, a inchiodarli alla poltrona e il racconto si legge alla velocità di un proiettile, di un solo fiato .

Un giovane talentuoso altoatesino, una brillante ragazza americana, uno spavaldo campione mondiale ed un carismatico scozzese sono accomunati da una passione viva e bruciante per l’arrampicata sportiva.

I loro destini si incrociano quando un regista ed un produttore televisivo decidono di organizzare un originale reality show in cui i concorrenti sono chiamati ad una folle sfida verticale: un’arrampicata in stile free solo su una splendida parete delle Alpi svizzere.

L’avventura si intreccia alle loro vicende personali; il carattere dei protagonisti emerge nel loro rapporto con l’arrampicata e con il mondo mediatico che li osserva in diretta.

Per il vincitore c’è in palio un profumato montepremi, ma la competizione tra i campioni lascia spazio all’intesa e alla complicità di chi condivide una passione tanto intensa da diventare ragione di vita.

Citiamo alcune frasi di Manolo: L'ho finito senza mai fermarmi e credo che per un attimo mi abbiano persino sudato le mani... Non posso svelare come finisce, ma girando l'ultima pagina, senza accorgermene, mi sono trovato davanti anche a tutti quie sogni, sempre venduti a caro prezzo, che possono naufragare a pochi metri dalla riva semplicemente perchè non sanno nuotare.

Leggetelo, ne vale la pena...!

Filippo Zolezzi