Libri Fotografici

Nanga Parbat

La montagna del destino

Collana: Reportage

Autore: Reinhold Messner

ISBN 978-88-370-6501-0

Euro 39,00

Formato: 26 x 29 cm

Pagine: 296

Editore: Mondadori

 


 

Nanga Parbat

La montagna del destino

Reinhold Messner

Mondadori

 

la copertina

Immagine dopo immagine, dalla prima spedizione ad oggi, in questo libro illustrato Reinhold Messner ci racconta la montagna più temuta e demonizzata, il Nanga Parbat: l'imponente massiccio che occupa la zona occidentale dell'Himalaya, la "Montagna del destino" o "Montagna nuda", le cui pareti sono cosi ripide da non permettere alla neve di depositarsi.

"Le montagne sono già troppo imponenti e troppo alte per una vera e propria arrampicata. L'aria, inoltre ci crea continue difficoltà" cosi scriveva Albert Frederick Mummery il 4 e il 9 agosto 1895 in una lettera alla moglie.

Le spedizioni storiche, le conquiste, le rinunce, le tormente e le tragiche scomparse. Tra le quali la vicenda drammatica e personale dell'autore che nella scalata del 1970 perse il fratello minore Gunther sotto una slavina.

Il volume è strutturato per capitoli. Al racconto storico si alternano inediti e preziosi documenti d'archivio, appunti di diario, immagini d'epoca e le spettacolari fotografie aeree realizzate dal fotografo pachistano Pervez Khan.

A fine libro un capitolo dedicato alle iniziative create da Reinhold Messner:
la MMF "Messner Mountain Foundation" creata con lo scopo di sostenere il popolo pashtun, gli abitanti delle valli attorno al Nanga Parbat e realizzare progetti nell'ambito sociale e turistico;
il MMM "Messner Mountain Museum" con l'intento di trasmettere l'autentica cultura della montagna a tutti coloro che la amano.

" Per me non è importante lasciare in eredità oggetti materiali al mondo che verrà dopo di me. Mi sono assunto il compito di regalare un futuro alle persone che vivono tra le montagne. Costruendo scuole, ospedali o rifugi. Dopo la mia fase di arrampicatore, di europarlamentare, o creatore di musei, con la Messner Mountain Foundation mi assumo la responsabilità sociale dei popoli delle montagne".
Reinhold Messner

Filippo Zolezzi