Libri Fotografici

Dolomiti orizzonte 3000

Collana:

Autore: Alessandro Gogna, Paolo Lazzarin

ISBN 88-73890-56-0

Euro 35,00

Formato: 24 x 28 cm

Pagine: 200

Editore: Panorama Casa Editrice

 


 

Dolomiti orizzonte 3000

Alessandro Gogna, Paolo Lazzarin

Panorama Casa Editrice

 

la copertina

Le Dolomiti che il grande architetto Le Corbusier definì “I più impressionanti edifici del mondo”, sono probabilmente le montagne più famose del mondo, tanto belle e uniche da meritare di comparire nell'elenco dei patrimoni naturali dell'umanità.

Queste maestose cattedrali di colore bianco e rosa, che si elevano su mari di pascoli e boschi verdissimi, sono state illustrate e descritte con ogni mezzo e in ogni lingua, dimenticando ben poco di quel che si poteva dire o fare su di loro, sono meta di pellegrinaggi da ogni Paese della Terra, e le loro forme ardite e le alte muraglie verticali le hanno fatte anche diventare il teatro di imprese alpinistiche che sono diventate pagine fondamentali della storia dell'arrampicata.

Quelle che superano i 3000 metri sono poco meno di un centinaio, appartenenti a diciassette gruppi montuosi.

Molti ne hanno già parlato, le hanno inserite in guide alpinistiche ed escursionistiche con puntigliosa descrizione di vie di roccia e sentieri, sono apparse di frequente in grandi libri illustrati e non mancano le monografie dedicate ad alcune di loro.

Questo libro vuole essere un ulteriore omaggio a queste montagne, raccoglie, suddivise per gruppi montuosi, tutte le cime che possono fregiarsi del titolo di “3000”, una scelta che purtroppo ha costretto ad alcune esclusioni di grandissimo valore, come per esempio le Tre Cime di Lavaredo, che sono, anche se di un solo metro, al di sotto di tale quota.

Gli autori ci sono molto noti e li apprezziamo entrambi e sono il grande Alessandro Gogna, uno dei più importanti alpinisti contemporanei e straordinario fotografo di montagna e Paolo Lazzarin, certamente uno dei più esperti conoscitori delle dolomiti e autore di molte opere su di esse.

Filippo Zolezzi