Narrativa

L'ossessione dell'Eiger

Collana: I Licheni

Autore: John Harlin Jr.

ISBN 978-88-7480*131*2

Euro 25,00

Formato: 13 x 20 cm

Pagine: 320

Editore: Vivalda Editori

 


 

L'ossessione dell'Eiger

libro del cuore

John Harlin Jr.

Vivalda Editori

 

la copertina

La parete nord dell'Eiger è il sogno di tutti gli alpinisti di punta, molti vi persero la vita. Anche John Harlin, uno degli alpinisti americani di punta che avevano portato tecniche e filosofie innovative sulle Alpi, morì nell'inverno del 1966 precipitando da quella parete durante il tentativo di aprire una nuova via direttissima, che in seguito venne completata e battezzata col suo nome, Harlin lasciava una giovane vedova e due figli bambini, e un trauma che sembrava impossibile superare.

John junior promise a sua madre che non sarebbe mai diventato un alpinista e lottò tutta la vita per mantenere la promessa, ma la passione che l'aveva assorbito dal padre fin dalla più tenera età lo tenne costantemente in contatto con la montagna.

Sapeva che non avrebbe avuto pace fino a che non avesse scalato la montagna che era costata la vita a suo padre, e alla fine riuscì a compiere l'ascensione, vincendo le angosce della madre e la riluttanza della moglie, e ponendo fine all'ossessione che aveva torturato tutta la famiglia fino a quel momento.

L'Eiger è un argomento che ci affascina sempre, la Nord è stata il teatro di molte vicende: alcune tremende e drammatiche, altre di grande fascino, comunque mai banale o noiosa, la sua conquista appartiene all'epopea più gloriosa dell'alpinismo, il salvataggio di Corti è una delle pagine più straordinarie e generose della montagna, sia nel bene che nella meschinità.

Mirella Tenderini ha scoperto anche quest'opera, questo figlio d'arte che trascorre la sua vita sulle orme tracciate dal padre, nella ricerca di una conoscenza lacunosa di figlio e culminata con la ripetizione della via in cui John Harlin papà perse la vita.

La traduzione è opera sempre di Mirella, che ci rende le sensazioni, gli smarrimenti, le ansie e le gioie di un figlio alla ricerca dello spirito di un padre conosciuto e frequentato troppo poco prima della sua scomparsa; è un libro originale, molto appassionante che pensiamo valga la pena di leggere, che ci mostra attraverso gli occhi di un bambino, prima e di un adulto poi, l'ambiente degli alpinisti europei e delll'arrampicata sportiva negli USA.

Filippo Zolezzi