Rifugi

Civetta

Rifugi e bivacchi, con carta 1:25.000

Collana: Rifugi e bivacchi di Meridiani Montagna

Autore:

ISBN

Euro 6,50

Formato: 12 x 17 cm

Pagine: 32

Editore: Editoriale DOMUS

 


 

Civetta

Rifugi e bivacchi, con carta 1:25.000

Editoriale DOMUS

 

la copertina

Rifugi e bivacchi di Meridiani Montagna, è una bella collana dell'Editoriale Domus, che esce di supporto a Meridiani Montagne, di piccolo formato, molto interessante per l'escursionista che vuole camminare informato, conoscendo il proprio percorso.

La rivista ogni due mesi propone una monografia su di massiccio montuoso o su un monte degno di attenzione, questa collana Rifugi propone uno strumento veramente interessante e pratico da usare.

In una custodia impermeabile troviamo un fascicolo dedicato a rifugi e bivacchi della zona montuoso presa in esame, nel quale essi sono descritti sia per la parte di approccio, che per le caratteristiche e la la loro storia; a parte vi è una cartina turistica del massiccio, questa volta la scala è 1:25.000, con tracciati i sentieri, le escursioni e le ascensioni, i numeri telefonici di riferimento e dei rifugi e una marea di notizie.

Il fascicolo che qui presentiamo è dedicato al Gruppo della Civetta, che insieme alla Moiazza, per estensione e imponenza, è il maggiore gruppo orografoico della Dolomiti.


Questi due gruppi dolomitici si estendono da nord a sud separando il canale agordino dall'alta Val di Zoldo; pareti altissime contraddistinguono questi complessi montuosi la scalata delle quali ha da sempre rappresentato una meta assai ambita per tutti gli alpinisti del periodo classico.

I Torrenti Cordevole a nord, Il Torrente Fiorentina a nord-est, segnano i confini del gruppo. Ad est e a sud est l'area montuosa è delimitata dai torrenti Duram, dal Ru di Caleda, Ru de la Roe, dal Torrente Rova.
Il nucleo principale del Civetta costituito da una dorsale a nord e da tre diramazioni a meridione che si propagano diramandosi in modo artigliforme, qui si erge la cima più alta, m.3220, caratterizzate da quelle pareti ad organo che ben merita l'appellativo di "parete delle pareti". Nelle diramazioni a sud di questo nucleo si trovano importanti vette quali la Civetta Bassa ad est, al centro i Cantoni della Busazza e a ovest i Cantoni di Pelsa.

Questi rilievi non raggiungono quote elevate e costituiscono mete di escursioni abbastanza facili e appaganti dal punto di vista panoramico.

L'alta Via delle Dolomiti, n. 1 attraversa i gruppo da ovest ad est dal Rifugio Sonino al Rifugio Vazzoler. Ferrate impegnative risalgono le pareti del Civetta, famosa è la Ferrata degli Alleghesi.

Oltre alla guida rifugi, come sempre, vi è un'ottima cartina dei sentieri ed dell'orografia della zona, il pratico formato da zaino e il prezzo invitante ne fanno uno strumento utile e da non trascurare.


Filippo Zolezzi