Multimedia

L'isola deserta dei carbonai

Collana:

Autore: Andrea Fenoglio

ISBN

Euro 15,90

Formato: DVD cm

Pagine: 72

Editore: Doc Video

 


 

L'isola deserta dei carbonai

libro del cuore

Andrea Fenoglio

Doc Video

 

la copertina

Carbonai è una parola italiana che per molte persone non significa nulla, forse qualcuno ricorda chi in città commerciava carbone, legna e patate, ma in zone ricche di boschi e foreste come nel Piemonte e in Liguria vuol dire molto di più: una professione magistrale oramai passata e praticamente dimenticata da tutti...

Il carbone di legna è stata una risorsa nascosta e quasi sconosciuta nel nostro paese, eppure tanto utile e necessaria, praticata in molte regioni d'Italia, con persone che rimanevano intere stagioni nelle foreste a produrre questa umile ma importante risorsa.

questo film vede la testimonianza di due anziani carbonai della val Lemina, ad ovest di Torino, che fanno vedere quanta sapienza e capacità costruttiva occorrano per produrre il carbone dalla legna, ma sarebbe sminuire questo lavoro se ci limitassimo a parlare di una sorta di revival produttivo: nelle testimonianze parlate di Cesarino Bianciotto e in quelle silenziose di Felice Gaido, i due protagonisti, c'è molto di più che il far vedere come si produceva questa materia prima, ma c'è la condivisione di una civiltà montanara oramai appartenente al passato e del tutto sparita.

Dobbiamo essere grati a personaggi come il Andrea Fenoglio che ha ideato questo film e alla casa cinematografica Doc Video che ha avuto il coraggio di distribuirlo, essi sanno che non avranno grandi numeri commerciali, ma a loro va il merito di lasciare qualcoisa che resta ad illustrare un mondo che tessera dopo tessera sta asparendo, purtroppo per sempre.

Questo film ha avuto imporatanti riconoscimenti a due delle più rinomate manifestazioni del film di montagna: Premio della Giuria e Premio 'Città di Imola' al Trento Film Festival 
Premio Speciale della Giuria al Cervino Cinemountain.

Non è facile da trovare nei normali circuiti di distribuzione commerciale, ma chi fosse interssato puà rivolgersi direttamente alla casa Doc Video: www.docvideo.it/shop/

Filippo Zolezzi