Libri Fotografici

Il Duca dell'avventura

Le grandi esplorazioni di Luigi Amedeo di Savoia, duca degli Abruzzi

Collana:

Autore: Reinhold Messner, testi di Roberto Mantovani

ISBN 978-88-370-6937-7

Euro 39,00

Formato: 27 x 29 cm

Pagine: 288

Editore: Mondadori

 


 

Il Duca dell'avventura

Le grandi esplorazioni di Luigi Amedeo di Savoia, duca degli Abruzzi

Reinhold Messner, testi di Roberto Mantovani

Mondadori

 

la copertina

Terzogenito di Amedeo d'Aosta e nipote di Vittorio Emanuele II, Luigi Amedeo di Savoia (1873-1933) è una figura leggendaria: il "principe esploratore" sviluppa fin da giovanissimo una forte attitudine all'avventura e al viaggio, iniziando a scalare e ad andare per mare.

In un'epoca in cui vaste aree del mondo erano totalmente sconosciute ed esplorarle non era solo un privilegio di pochi ma un'impresa difficilissima, al limite delle possibilità umane, lui si pone tra i protagonisti dell'alpinismo europeo e tra i precursori delle sfide estreme alle vette extraeuropee.

Dopo aver messo a segno importanti scalate nelle Alpi, sale per primo il Sant'Elia in Alaska, nel 1897, conquista la vetta del Ruwenzori in Africa nel 1906 e guida una spedizione in Karakorum nel 1909, tentando la salita al K2: per i mezzi dell'epoca la seconda montagna del mondo si rivela irraggiungibile e il Duca, accompagnato come sempre dalle sue fedeli guide valdostane, è costretto a rinunciare.
Luigi Amedeo di Savoia nel 1897


Tuttavia riesce comunque a ottenere un risultato straordinario, stabilendo sul Chogolisa il record d'altitudine a 7498 metri; il volume narra le imprese di questo autentico pioniere, che non si limitano all'alpinismo ma comprendono anche una storica spedizione al Polo Nord nel 1899-1900, due circumnavigazioni del globo in nave e la scoperta, pochi anni prima di morire, delle sorgenti dell'Uebi Scebeli in Etiopia.

Questo libro, bello dobbiamo ammettere, ci viene dal nuovo estro di storico che sembra aver pervaso Reinhold Messner, che abbandonati parzialmente i panni dell'alpinista si tuffa nei personaggi del passato.

Il libro è appunto bello e interessante per i testi di Roberto Mantovani, che è un grande storico dell'alpinismo himalayano e delle esplorazioni, è affascinante per le stupende foto d'epoca, tra le quali svettano quelle del grande Vittorio Sella, è bello anche per il progetto dell'opera, che ci viene appunto dal nuovo Messner.

Il Duca d'Aosta è un personaggio che ci ha sempre affascinato e vi ricordiamo la stupenda opera di Mirella Tenderini Vita di un esploratore gentiluomo, che abbiamo gratificato col titolo di Libro Imperdibile dell'anno 2006, una figura ammirevole e sempre coerente, cosa rara nel passato e ancor più rara oggi

Filippo Zolezzi