Libri Fotografici

Appennino delle Quattro Province

Monti, laghi, valichi tra Pavia, Piacenza, Alessandria e Genova

Collana: Appennino meraviglioso

Autore: Fabrizio Capecchi

ISBN 978-88-900783-5-4

Euro 40,00

Formato: 24 x 31 cm

Pagine: 154

Editore: Croma Edizioni

 


 

Appennino delle Quattro Province

libro del cuore

Monti, laghi, valichi tra Pavia, Piacenza, Alessandria e Genova

Fabrizio Capecchi

Croma Edizioni

 

la copertina

Fabrizio Capecchi non è un manager di se stesso, men che meno un autore di quelli che periodicamente sfornano il proprio compitino editoriale, magari anche buono, tanto per accontentare editore, lettori e pure il conto in banca, no lui un libro lo deve pensare, tanto, deve iniziare a girare per i propri monti, appostarsi e aspettare, a volte anche settimane o mesi, che una foto venga come vuole lui e così finchè non ce ne siano abbastanza per il nuovo libro, ma a volte passano anni prima che ciò possa avvenire...

Fortunatamente, dopo tre anni di silenzio, ecco questa sua nuova opera, che arricchisce la collana Appennino meraviglioso; era il 1990 quando uscì UNisola tra i monti, primo volume di questa serie di libri dedicati all’estremità nordoccidentale della catena appenninica; nel 1993 fu la volta di Fra Trebbia Aveto e Taro, cui seguirono Un altro Oltrepò (1996), Le vie del sale (2000) e I nostri monti (2006) Imperdibile di Dicembre di quell'anno.

L’estremità nordoccidentale dell’Appennino risulta divisa tra quattro province appartenenti a quattro regioni diverse. Questo singolare intreccio di confini ha fatto sì che quest’area montuosa venga talvolta identificata come Appennino delle quattro province. Monti, valichi, strade antiche o moderne hanno però unito, anziché dividere, questo territorio, donandogli dei tratti comuni che affondano le radici nella storia e sono diventati cultura e tradizione, usi e costumi, parole e musiche. E se ci capita di salire, in una giornata tersa, una delle tante vette di questo Appennino, ecco che i confini sembrano scomparire. Lo sguardo li supera e si spinge lontano, fino alle Alpi e al mare. La geografia allora non è più una carta, ma è la terra stessa distesa sotto i nostri occhi.

Incanto dal Monte Ramaceto, sopra Chiavari
Così l'autore introduce questo libro, le quattro province sono Alessandria, Pavia, Genova e Piacenza, noi suggeriamo di parlare di Appennino delle quattro regioni, Piemonte, Lombardia, Emilia e Liguria, memori anche di uno dei più bei rally mai disputati in Italia, in queste stesse zone e con questo bel nome.

Capecchi ha voluto ampliare gli orizzonti e anche lui ci ha voluto donare fotografie ampie su più pagine ripiegabili, con orizzonti vastissimi e ha dato l'aspetto dell'atlante, inserendo in modo assolutamente non invadente, ma utilissimo, i nomi e i riferimenti dei principali monti.

Sono foto sempre straordinariamente belle, fatte soprattutto in autunno e in inverno, quindi con le tipiche tonalità molto calde e le coloriture meravigliose dell'autunno e con la nitidezza dell'inverno che dona dall'Appennino la meraviglia della visone delle Alpi e credete che è un'esperienza unica, parola di chi vi sta parlando e che i monti descritti da Capecchi li conosce bene e li pratica spesso.

Pensiamo di non esagerare nell'apprezzamento e di non cadere nella retorica, affermando che questo autore usa l'obiettivo fotografico come un impressionista il pennello e che l'uscita dei suoi libri è sempre un avvenimento.



Filippo Zolezzi