Narrativa

I racconti del vento

Collana: Risorgive

Autore: Irene Affentranger

ISBN 978-88-85510-73-9

Euro 20,00

Formato: 16 x 23 cm

Pagine: 188

Editore: Nuovi Sentieri

 


 

I racconti del vento

imperdibile
di maggio 2010
imperdibile
dell'anno 2010

Irene Affentranger

Nuovi Sentieri

 

la copertina

Incomincia l'altalena degli attimi incolori d'attesa... Stiamo ora immobili, simili a cariatidi fermate in atteggiamenti dolorosi, in pose assurde; il silenzio, non visto, è bruscamente venuto a sedersi accanto a noi, ognuno scava se stesso e porge ascolto alla voce segreta dell'anima...

Questa frase a pagina 30, da sola, merita tutto il libro, anzi merita l'autrice stessa, Irene Affentranger, essa mi ha colpito come una saetta, al momento della sua lettura e posso ben dire che proposizioni come questa sono molto rare in ogni genere di letteratura e pongono il suo autore su di un piedistallo di rara eccellenza...

Irene è molto nota per essere la traduttrice di Buhl e recentemente di Diemberger, dal tedesco all'italiano, ma con quest'opera si ripropone prepotentemente anche come autore originale e che autore!

I racconti del vento appartiene al filone autobiografico, è una serie di racconti che spaziano dalle scalate sulle Alpi, a quelle in Himalaya, alle avventure dei campi giovanili.

Quello che maggiormente colpisce è lo stile letterario di questa autrice, lontano dalla stringata ermeticità dei contemporanei, o dal tono finto dei vari ghost-writers che mercenarieggiano libri a famosi (?) alpinisti attuali.

Uso il termine, fin troppo utilizzato, di diario dell'anima per definire quest'opera, che scava nello spirito dell'autrice e del lettore e che non può lasciare indifferente chi vi si accosta...

Possiamo dire, senza esitazione, che l'Affentranger ha capacità straordinarie di lettura interiore e di sintesi spirituale, anche lei appartiene a quella corente etica della montagna che vede impegnato Spiro Dalla Porta Xidias, d'altra parte se lui è il Presidente del GISM, il Gruppo Italiano degli Scrittori di mMontagna, lei ne è il Vicepresidente...

Filippo Zolezzi