Ambiente e Natura

Ghiaccio vivo

Storia e antropologia dei Ghiacciai alpini

Collana: Paradigma

Autore: Enrico Camanni

ISBN 978-88-8068-493-0

Euro 18,50

Formato: 14 x 22 cm

Pagine: 304

Editore: Priuli & Verlucca Editori

 


 

Ghiaccio vivo

Storia e antropologia dei Ghiacciai alpini

Enrico Camanni

Priuli & Verlucca Editori

 

la copertina

I montanari del Seicento vissero l’avanzata dei ghiacciai alpini come una maledizione, ma nel Settecento questa visione si è rovesciata grazie alla progressiva rivalutazione dell’alta montagna e alla percezione positiva dei ghiacciai, rivelatisi nella rappresentazione artistica, nell’avventura alpinistica e nella colonizzazione turistica.

Se i nostri antenati temettero la discesa dei fiumi gelati, fonte di disordine e distruzione, al contrario noi temiamo e subiamo la salita dello zero termico e l’arretramento delle nevi. Il « drago » delle paure e delle leggende primordiali si libera dal suo gelido sudario e riappare negli incubi notturni dell’improvvido popolo di internet al tempo del disgelo.

Camanni, come in tutti i suoi studi, fa un'analisi precisa e puntuale sul rapporto tra le popolazioni locali, prima, e con gli alpinisti poi, e i ghiacciai.

Un inferno prima, nella piccola glaciazione del seicento e più tardi un paradiso con la nascita del divertimento dell'alpinismo.

Il ghiacciaio era vista come una sorta di drago e ben significativa è l'immagine di copertina, tratta da un'opera di H.G. Willink, ora l'atteggiamento dell'uomo è ben differente e appare sempre più preoccupato per l'arretramento e la possibile morte stessa dei ghiacciai.

L'autore studia il passato, interpreta le paure di una volta e le mette comparate con quelle di oggi, che sono ben all'opposto di quelle di allora: da un'invasione catastrofica dei ghiaccia nelle valli abitate dai montanari al ritiro degli stessi e questa volta, per il riscaldamento globale, forse non più nel ciclico movimento di ampliamento e restringimento, ma forse per la sparizione definitiva, senza ritorno...

Filippo Zolezzi