Narrativa

La montagna degli invisibili

Collana: La Mongolfiera

Autore: Franco Perlotto

ISBN 978-88-85510-80-7

Euro 16,00

Formato: 15 x 19 cm

Pagine: 133

Editore: Nuovi Sentieri

 

  Home Editoria


 
 

La montagna degli invisibili

Franco Perlotto

Nuovi Sentieri

 

la copertina

L'immagine in copertina del Salto Angel attira subito attenzione e simpatia su quest'opera di Franco Perlotto, che è stato il suo primo salitore, operazione non riuscita neppure all'immenso Walter Bonatti.

Perlotto, oltre ad aver fatto scalate sensazionali ed essere stato, probabilmente, il primo free-climber italiano, è un buon scrittore e con questo titolo lo dimostra.

In quest'opera egli ci narra, in maniera romanzata, le vicende di un misterioso personaggio del secolo scorso: Augusto Campogrosso, vicentino che negli anni '50 è partito per l'Amazzonia e scomparso in modo misterioso.

La storia del viaggio del protagonista è raccontata dall'autore in modo molto coinvolgente: l'arrivo in Amazzonia, la conoscenza con strani personaggi locali, la partenza per l'interno alla scoperta di una catena montuosa ancora inesplorata, ma soprattutto il contatto con la tribù degli invisibili, un mitico e sconosciuto popolo, circondato da un alone di paura e di mistero.

Campogrosso sparì e non venne mai più ritrovato, qui l'autore immagina la sua sparizione volontaria, una sorta di Walhalla personale, di ingresso nel mito dell'alpinismo e della fama.

E' una storia interessante, che permette all'autore di parlarci del popolo degli Iamomami e della foresta amazzonica, che lui ha conosciuto benissimo, avendola prima esplorata per passione e praticata poi per un incarico umanitario.

Filippo Zolezzi