Arrampicata

Ferrate a Cortina

Collana: Sentieri d'autore

Autore: Francesco Cappellari

ISBN 978-88-97-29902-8

Euro 19,50

Formato: 15 x 21 cm

Pagine: 232

Editore: Idea Montagna

 


 

Ferrate a Cortina

Francesco Cappellari

Idea Montagna

 

la copertina

La conca ampezzana è, nel bene o nel male, da decenni il punto d´incontro di molti fruitori della montagna. Quando negli anni ´50 Cortina iniziò il nuovo sviluppo improntato al turismo, anche grazie alle Olimpiadi Invernali del 1956, da semplice paese di montagna, chiuso nelle sue tradizioni, divenne in poco tempo vero e proprio polo di un turismo di montagna dalle mille sfaccettature.

La costruzione delle ferrate sulle montagne della conca ampezzana a partire dagli anni ´60 non è stata esente da critiche. La ferrata, in un certo qual modo, consente la salita ad una vetta con mezzi artificiali, diciamo eticamente sleali.

Dà la sicurezza del percorso e dell´eventuale ritorno, permette di usufruire di una corda d´acciaio per la progressione. In effetti non si tratta di arrampicata, il corpo e la mente solo raramente o parzialmente sono concentrati al superamento dei passaggi in modo armonico ed integro. Per di più le vie tracciate molte volte vanno a ripercorrere itinerari di arrampicata del passato.

Con le ferrate si è arrivati ad un altro compromesso tra purezza e falsità.
Essendo state costruite dagli stessi Scoiattoli hanno comunque una loro etica, permettono a chi le frequenta l´illusione della conquista in quanto permangono fatica, esposizione e, seppur in minima parte, una certa dose di rischio.

Questa interessante guida propone 24 ferrate tra le più famose Dolomiti: Nuvolau, Averau, Lagazuoi, Tofane, Cristallo e Sorapiss sono alcune di esse, con vie ultra note come la Vandelli, quella degli Alpini, i sentieri Astaldi, Kaiserjager, e Dibona.

Filippo Zolezzi