Narrativa

Jerzy Kukuczka

Un grande tra i giganti della Terra

Collana: Oltre confine

Autore: Jerzy Kukuczka, a cura di Cecylia Kukuczka

ISBN 978-88-96822-35-7

Euro 19,50

Formato: 16 x 24 cm

Pagine: 270

Editore: Alpine Studio

 


 

Jerzy Kukuczka

imperdibile
di giugno 2012
imperdibile
dell'anno 2012

Un grande tra i giganti della Terra

Jerzy Kukuczka, a cura di Cecylia Kukuczka

Alpine Studio

 

la copertina

E' molto difficile descrivere i sentimenti che si provano nel leggere questo libro: meraviglia nel riscoprire un alpinismo pionieristico e di scoperta, che negli ultimi anni sembra essere definitivamente estinto, commozione per la vita di un personaggio "vero", sbigottimento per imprese impossibili, malinconia per la sua scomparsa prematura...

Spesso quando dobbiamo iniziare a leggere un libro da recensire, non possiamo nascondere un senso di noia, quasi un già visto, che non ci mette di buona volontà all'opera da compiere, quasi come dire ecco un altro libro di scalate himalayane, tutte simili e non più esaltanti, ma dopo poche pagine è come in un giorno denso di nuvole quando il cielo si apre all'improvviso, le nuvole spazzate via e di colpo ecco apparire il fulgore del cielo limpido, così è capitato con questo Jerzy Kukuczka.

Per molti questo nome richiama solo un ottimo alpinista, in competizione con Messner per il traguardo di essere il primo uomo a scalare tutti i 14 8000 della terra, ma ciò è terribilmente limitante e ingiusto nei suoi confronti; addentrandosi nelle vicende si scoprono mondi estremamente differenti: da una parte spedizioni faraoniche con dispiegamenti di forze incredibili e risorse economiche, dall'altra la passione di chi partiva con 150$ in tasca, portandosi zaini da 45 kg e senza alcuna risorsa se non la propria infinita passione, quindi una competizione e un paragone improponibile e fuori di luogo.

La vedova Cecylia ha ripreso i testi, abbastanza scarni del marito, li ha aggiornati e ce li dona in un libro che ci riporta agli stessi sentimenti provati nel leggere le vicende dell'alpinismo eroico.

Kukuczka non appare circondato dall'aura di semidio dell'alpinismo, ma piuttosto risulta accompagnato da un'enorme caparbietà e volontà di riuscita, oltre alla capacità umana, 14 8000 raggiunti da secondo, ma tutti con salite di vie nuove, magari in prima invernale, mai appiattito dalle normali dei primi salitori.

Questo è un libro che veramente non può mancare dalla biblioteca essenziale di ogni appassionato di alpinismo!

Filippo Zolezzi