Narrativa

Il pastore che amava i libri

storia del piccolo Ial

Collana: Chaos

Autore: Italo Zandonella Callegher

ISBN 978-88-6391-087-2

Euro 13,50

Formato: 14 x 21 cm

Pagine: 220

Editore: Biblioteca dell'Immagine

 


 

Il pastore che amava i libri

libro del cuore

storia del piccolo Ial

Italo Zandonella Callegher

Biblioteca dell'Immagine

 

la copertina

Conosciamo molto bene Italo Zandonella Callegher: è un bravo autore e un ottimo organizzatore di idee, lo ricordiamo responsabile della stampa del CAI e Presidente del TrentoFilmFestival, di quest'ultimone è stato in pratica il rifondatore dopo un profondo periodo di grigiore e di crisi.

In quest'opera autobiografica l'autore racconta la propria infanzia nel Comelico Superiore, il citato Ial del sottotitolo è proprio lui, con il soprannome che gli deriva alle iniziali dei suoi tre nomi: Italo Antonio Luigi.

E' una storia che subito appassiona, il piccolo Ial è un bimbo che vive in campagna e spesso sale all'alpeggio, a contatto con gli anziani veri scrigni della sapienza popolare, gli animali domestici e selvatici, le piante e soprattutto le montagne.

Ial mostra subito, fino dalla primissima infanzia, una naturale e irrefrenabile inclinazione al salire le montagne, a raggiungerne la vetta. ad assaporarne l'aria fina, naturalmente sfidando le ansie e e i timori dei pur comprensivi genitori.

Quindi un bimbo che era quasi ossessionato dal raggiungere le cime per vedere cose c'era dall'altra parte, quella nascosta agli occhi e chi va in montagna sa bene cosa vuol dire quest'ansia di conoscenza..., ma che era anche appassionato di lettura e nei mesi estivi trascorsi ai tabià , gli alpeggi, erano scorpacciate di libri di avventura.

Questo libro è molto piacevole da leggere, sia per le descrizioni di un mondo alpino, che praticamente non esiste più, sia per lo stile frizzante e intriso di una buona dose di umorismo, che l'autore mostra in ogni episodio.

Filippo Zolezzi