Libri Fotografici

Occhi sul mondo

Sulle tracce dei grandi esploratori italiani

Collana: Esplorazioni

Autore: Michele Dalla Palma

ISBN 978-88-203-5195-3

Euro 49,00

Formato: 29 x 34 cm

Pagine: 256

Editore: HOEPLI

 


 

Occhi sul mondo

libro del cuore

Sulle tracce dei grandi esploratori italiani

Michele Dalla Palma

HOEPLI

 

la copertina

Sulle tracce dei grandi esploratori italiani del passato, Michele Dalla Palma è andato alla ricerca di mondi e popolazioni non ancora toccati dalla globalizzazione: dalle suggestioni dei grandi deserti di sabbia e di ghiaccio al fascino delle civiltà dell’Oriente, dalle esotiche atmosfere dell’India alla cruda quotidianità dei guerrieri Surma.

Occhi sul mondo è un tributo a quanti hanno avuto il coraggio, in ogni epoca, di lasciare le certezze per affrontare universi sconosciuti.

Viviamo immersi nelle certezze di una civiltà, la nostra, che ha creato una bolla protettiva fatta di macchine, tecnologie, surrogati di realtà e illusioni, ma appena fuori da questa bolla un’umanità fatta di mille diverse culture, provenienti da ogni angolo del mondo, si accalca e sempre più spesso riesce a penetrare nelle crepe più evidenti della nostra realtà.

Basta prendere un aereo per ritrovarsi in universi paralleli dove spesso esistono regole, tempi, stili di vita molto diversi dal nostro.

Inseguire le tracce dei primi viaggiatori che dall’Italia sono partiti verso l’ignoto è il filo conduttore di un viaggio ideale che accompagna alla scoperta di altri modi di interpretare l’esistenza, con lo sguardo prima ancora che col pensiero.

Dalle suggestioni dell’Empty Quarter sahariano e delle distese di ghiaccio dei territori polari alle fascinazioni di civiltà straordinarie come i Khmer e i Tibetani, dalle esotiche atmosfere dell’India alle realtà tribali della Valle dell’Omo, incontrate nel cuore primordiale del continente africano, questo volume racconta di un pianeta ancora per molti aspetti ignoto, la Terra.

Dalla Palma ha ripercorso le grandi montagne sulla via della seta, seguendo le tracce di Ippolito Desideri, gesuita vissuto nel XVIII secolo; ha rivisto la via dell'incenso dal Sahara, fino al Borneo, con l'avventura di Niccolò de' Conti, quasi un secolo prima del cammino di Cristoforo Colombo; ha rifatto il cammino di ritorno di Marco Polo da pechino a Veneziasulla via delle spezie; ha camminato sulle scoperte africane di Vittorio Bottego e Romolo Gessi nel continente nero e ha concluso l'opera rifacendo la via delal scoperta della Patagonia del Padre Alberto Maria De Agostini, documentando tutte queste peripezie con le fotografie incantevoli di cui è capace autore.

Filippo Zolezzi