Narrativa

LA SEDUZIONE DELL'AVVENTURA

Piccole scuse per fughe verso l'ignoto

Collana: Piccola filosofia di viaggio

Autore: Alberto Sciamplicotti

ISBN 978-88-6549-110-2

Euro 8,50

Formato: 11 x 16 cm

Pagine: 96

Editore: Ediciclo Editrice

 


 

LA SEDUZIONE DELL'AVVENTURA

libro del cuore

Piccole scuse per fughe verso l'ignoto

Alberto Sciamplicotti

Ediciclo Editrice

 

la copertina

Ci piace moltissimo questa collana di libri di piccola taglia, ma di grande taglio nei contenuti, ricordiamo Sapienza La musica della neve e Boch L'euforia delle cime.

Il Viaggio è la traversata della vita che ogni essere umano compie nell'intero arco della propria vita, il Viaggio dunque, che non cessa mai nemmeno di essere sogno, speranza e conoscenza di se stesso. e il Viaggio si accompagna all'Avventura, che è nello spirito di ogni essere umano che desidera sentirsi tale...

Questa volta è il turno di Alberto Sciamplicotti, autore che seguiamo con simpatia e ammirazione, fin dalla sua prima opera oramai introvabile Rotti e stracciati, la storia di Pierluigi Bini, del Vecchiaccio, di Luisa Jovane, di Claudio Barbier e degli altri frequentatori del Pordoi negli anni settanta.

In poche pagine l'autore riesce a dare un'idea sintetica, ma completa, dello spirito che anima ogni persona, dalla presa di coscienza della propria individualità: l'avventura.

Essa ha una dilatazione temporale senza fine, pervade la persona che la vive, spingendola ad affrontare l'incognito, cercando di uscirne vittoriosi, altrimenti di dovrebbe parlare di dis-avventura.

Da Icaro fino agli esploratori polari, o ai conquistatori delle vette inviolate, si pensi ad Amundsen o ad Alfonso Vinci, è un continuo correre alla ricerca di nuovi traguardi, di orizzonti ancora vergini di occhio umano, con uno spirito inarrestabile, lo stesso spirito, che, alla domanda qual'è la vittoria che ama di più e che ritiene più importante delle sue macchine da corsa?, faceva rispondere a Enzo Ferrari: La prossima, quella che devo ancora vincere!.

Il libro conclude: ... Perchè il suo segreto sarà cercare sempre il volto nuovo, l'incognita nascostanel particolare più ovvio della sua vita (di un uomo).Perchè non servono grandi esperienze per viverela vera emozione dell'avventura. Perchè la fuori, tutto è avventura...

Filippo Zolezzi