Grande Guerra e Alpini

Alpi di guerra, Alpi di pace

Luoghi, volti e storie della Grande Guerra sulle Alpi

Collana: Exploits

Autore: Stefano Ardito

ISBN 978-88-6380-821-6

Euro 19,60

Formato: 14 x 21 cm

Pagine: 272

Editore: Corbaccio

 


 

Alpi di guerra, Alpi di pace

Luoghi, volti e storie della Grande Guerra sulle Alpi

Stefano Ardito

Corbaccio

 

la copertina

Come era facile prevedere il 2015, centenario dell'inizio della Prima Guerra Mondiale, oltre che una quantità enorme di celebrazioni, vede anche la pubblicazione di tantissimi libri ad essa dedicati, da scrittori esperti dell'argomento e da scrittori e basta... Noi siamo sempre più dell'idea che il centenario dell'inizio dovrebbe essere lasciato passare sotto silenzio, nel rispetto delle innumerevoli vittime perite per motivi che son ben lontani dallo pseudo-nazionalismo trionfante e retorico che ogni giorno ci viene somministrato, ma che si dovrebbe invece celebrare il 1918, termine di questa barbara e insula guerra.

Anche Stefano Ardito, autore che ben conosciamo e apprezziamo per le sue doti professionali si è cimentato su questo argomento della Grande Guerra, andando a cercare personaggi e vicende particolarmente legate alla montagna, che ha visto uno dei teatri più sanguinosi proprio sulle proprie pendici.

Nelle terribili battaglie combattute sui fronti della Somme, della Galizia, dell’Isonzo e del Carso hanno perso la vita milioni di ufficiali e soldati, altri milioni di uomini sono stati mutilati o feriti.

Sul fronte alpino, dal Passo dello Stelvio alle Alpi Giulie, sono state combattute battaglie: sulle Dolomiti, sull’Adamello, sul Pasubio, sullo Jôf di Montasio e su decine di altri massicci, i militari italiani e austro-ungarici hanno costruito sentieri di arroccamento e vie attrezzate, caserme e fortezze, teleferiche e caverne artificiali.

Cannoni e mitragliatrici sono stati issati fin sulle vette più alte. Oggi, mentre le trincee del Fronte occidentale e del Carso sono state riassorbite in un paesaggio di pace, le Alpi centrali e orientali sono diventate un grande museo all’aria aperta, percorso ogni anno da decine di migliaia di turisti, escursionisti e alpinisti.

In questo libro Stefano Ardito racconta con intensità e partecipazione diciassette episodi del conflitto, e permette agli appassionati di montagna e di storia di emozionarsi e di capire, citiamo solo Sepp Innerkofler e Julius Kugy.

Filippo Zolezzi