Narrativa

Oltre il silenzio

Collana: La memoria

Autore: Antonio Massena

ISBN

Euro 9,50

Formato: 13 x 20 cm cm

Pagine: 95

Editore: Textus

 


 

Oltre il silenzio

Antonio Massena

Textus

 

la copertina
Una mattina di tardo inverno come tante altre, i preparativi per la scalata, la scelta dei materiali, lo zaino, la colazione, l'amico che arriva, il tragitto in macchina e poi a piedi fin sotto la falesia, l'aria fredda e la gioia di iniziare a scalare ancora una volta, poi l'imprevisto improvviso: una nuvola bianca che precipita dall'alto, la neve farinosa che sommerge l'autore e lo rende come un uomo di neve, una fesseria da riderci sopra, ma la neve continua a cadere e lo sommerge, lo soffoca e per lui puó significare la morte e tutta la vita da quel momento cambierá...

Detto cosí sembrerebbe niente, ma l'autore Antonio Massena si é ritrovato realmente prigioniero in un banale cono di neve farinosa che lo stava rapidamente uccidendo e grazie al rapidissimo intervento del compagno Claudio é stato estratto ancora vivo ma in quello stato che i medici chiamano di pre-morte.

L'autore ci descrive in questo suo libro Oltre il silenzio l'impressionante ma anche straordinaria esperienza vissuta in quegli interminabili momenti che portano l'uomo al limite tra la vita e la morte, su quella linea impercettibile del non ritorno, un'esperienza che sembra essere tratta dai saggi di Ray Moody Jr nei suoi studi de "la vita oltre la vita" , egli entra coraggiosamente nel racconto della sua partita a scacchi con la morte, in una sorta di Bergmaniano Settimo sigillo, ma con un finale fortunatamente favorevole all'autore.
Cosí come Maria Coffey ha infranto il tabú del dolore dei familiari degli alpinisti caduti nelle loro ascensioni con L'ombra della montagna e con Confine incerto e Joe Simpson ci ha presentato una faccia diversa dell'alpinismo, Massena ci mostra la sua battaglia con la morte.

Con emozione, ma lucidamente ci parla del distacco dello spirito dal corpo, del suo abbandono e del singolare osservarsi dall'esterno, nelle fasi di pre-morte, poi la fase di rientro, non esente dal dolore e i lunghi mesi di ricerca della propria identitá alla luce della nuova conoscenza.
Inoltre vi é narrato l'immenso dolore per la perdita, alcuni mesi dopo del suo incidente, di Stefano, compagno di ogni momento significativo della sua vita, compresa la spedizione al Cho Oyu.




Antonio Massena
E' un libro di non moltissime pagine, che peró hanno un moltiplicatore, infatti il fortunato possessore lo leggerá e rileggerá varie volte per comprenderlo e assimilarlo maggiormente.

Oltre il silenzio é stata una delle rivelazioni della rassegna editoriale all'ultima edizione del Film Festival di Trento: il pubblico ha mostrato interesse per l'opera e ammirazione per l'autore, che é anche un ottimo scrittore, che ha giá ottenuto prestigiosi riconoscimenti per la sua produzione letteraria dedicata alla montagna.

Concludiamo con un periodo tratto dal libro:
"Molte persone mi hanno chiesto se ritorneró in montagna, se dopo una simile esperienza, che mi ha segnato cosí profondamente, ho ancora voglia di immergermi totalmente in quei luoghi che mi hanno tanto preso e affascinato. Ma fra tanti tormenti, una certezza l'ho sempre avuta: non ho mai imputato alla montagna, alla natura, all'ambiente quello che mi é successo. Non posso certo provare rancore verso un elemento che, comunque, non mi ha portato via ma, anzi, mi ha dato una prova di grande lealtá...".

Filippo Zolezzi