Escursioni e Passeggiate

Guida alle vacanze d'autunno in Valle d'Aosta

Collana:

Autore: Alberto e Bruno Baschiera, Donatella Celestino

ISBN

Euro 12,90

Formato: 12x21 cm

Pagine: 132

Editore: Musumeci Editore

 

  Home Editoria


 
 

Guida alle vacanze d'autunno in Valle d'Aosta

Alberto e Bruno Baschiera, Donatella Celestino

Musumeci Editore

 

vacanze autunno
la copertina
La Valle d'Aosta À universalmente conosciuta dai turisti per l'offerta delle stagioni invernali e estive, in autunno sembra precipitare in un limbo di assenza, come se tutto si chiudesse in se stesso, in attesa della nuova stagione clou.

La Musumeci Editore, con questa Guida alle vacanze d'autunno in Valle d'Aosta, solleva questo velo un po' nebbioso e misterioso e ci presenta una regione ricca di opportunitá turistiche, culturali, gastronomiche e folcloristiche.

Chi pratica la montagna, o semplicemente la natura, tutto l'anno sa distinguere colori, luci, aromi, rumori di ogni stagione, apprezzandone e valutandone le peculiaritá; l'autunno, a torto trascurato da molti, À forse la stagione piö serena, caratterizzato da colori molto caldi e accesi, da attivitá contadine molto caratteristiche come la vendemmia o la raccolta delle castagne, da tradizioni antiche e uniche. I tre autori presentano un percorso vario e articolato su questa offerta straordinaria che la Valle fa a quei veri intenditori che decidono di affidarsi a lei in questa stagione tanto interessante.

Bisogna subito precisare che il baricentro di questa offerta À molto piö orientato alla piana che non ai rifugi e alle alte vette, ma non per questo meno accattivante e degno di nota.
Bataille des Reines
La Bataille des Reines

Tra gli aspetti cultural-folcloristici emergono la bataille des reines, i combattimenti incruenti tra le migliori vacche combattive di ogni mandria e villaggio, e la desarpa, il ritorno a valle dagli alpeggi, con le reines incoronate: la nera che si À distinta negli incruenti combattimenti e la bianca campionessa nelle produzione di latte; poi la vendemmia e le tradizioni a essa collegate, la cottura annuale del pane nero, tradizione mai abbandonata totalmente, l'uccisione del maiale, la raccolta delle castagne, i giochi popolari, tzan, fiolet, rebatta e palet.
colori autunno
I caldi colori dell'autunno

La guida non tralascia alcun aspetto: si inizia con le vie di comunicazione, su come arrivare e come muoversi nella Valle; presenta poi una scelta di itinerari adatti alla stagione, parliamo come detto di mezza montagna o di collina o addirittura di passeggiate nel fondovalle, una zona troppo spesso sottovalutata e trascurata ma in grado di offrire sorprese notevoli sotto ogni aspetto; l'arrampicata, gli sport dell'aria, come il parapendio, gli alianti e soprattutto la mongolfiera, che in Valle d'Aosta trova in Nello Charbonnier uno dei massimi esperti mondiali, per la quale l'autunno À stagione ideale di volo; le gite benessere e i picnic.

Vi sono poi sezioni dedicate all'accoglienza alberghiera, che in autunno tende a prendere fiato tra le due stagioni chiave, la parte culturale, con tradizioni e usanze, i divertimenti, in un periodo ricco di offerte come la saison culturelle, lo charaban e il festival noir del cinema.

Non viene dimenticato l'aspetto gastronomico, che in autunno trova il proprio massimo fulgure con piatti di stagione come la cacciagione, i funghi, le castagne e gli insaccati che, in periodo meno caldo di quello estivo, possono essere consumati senza affanno; infine si ricordano anche i posti dove far tardi la sera... e dove trascorrere qualche ora il giorno, alla ricerca di aspetti storici e culturali.

In conclusione, per chi ha il privilegio di poter fare una vacanza in questa stagione, autunno in Valle d'Aosta puÙ quindi essere sinonimo di vacanza rilassante, ricca di spunti, varia e con attrattive forse inaspettate e poco conosciute e perciÙ di grandissima soddisfazione.

Filippo Zolezzi