Escursioni e Passeggiate

Zaino in spalla: montagne bresciane e dintorni

Orobie, Massiccio dell'Ortles, Cevedale, Adamello e Presanella, le tre valli bresciane, Monti del G

Collana:

Autore: Fausto Camerini

ISBN

Euro 20,00

Formato: 13x19 cm

Pagine: 384

Editore: ZetaBeta

 

  Home Editoria


 
 

Zaino in spalla: montagne bresciane e dintorni

Orobie, Massiccio dell'Ortles, Cevedale, Adamello e Presanella, le tre valli bresciane, Monti del G

Fausto Camerini

ZetaBeta

 

zaino in spalla
la copertina
"Una gita alla settimana" è la rubrica escursionistica pubblicata a partire dl 1997 sul quotidiano Brescia Oggi, in una rubrica dal titolo Zaino in spalla; questa raccolta viene riproposta sotto forma di guida e costituisce un valido strumento per conoscere queste bellissime zone.

Sono oltre 130 itinerari che l'autore ha interamente percorso personalmente, accuratamente e dettagliatamente descritti, corredati da precise carte topografiche realizzate sulla base della cartografia ufficiale IGM, pregio che balza agli occhi al primo esame dell'opera.

Fausto Camerini è giornalista e scrittore di montagna, istruttore di alpinismo della Scuola "Adamello" del CAI di Brescia ed è apprezzato autore di numerosi volumi sull'Adamello e sulle altre montagne bresciane.

Oltre alle montagne bresciane, l'autore ha voluto spaziare nelle zone limitrofe, andando a curiosare in Trentino, nelle montagne bergamasche e nella Valtellina.

Si parte col gruppo del Cevedale, poi le Alpi Orobie, i versanti bresciano e trentino del massiccio dell'Adamello, la Presanella, le Tre Valli nelle prealpi bresciane, le prealpi bresciane del Garda, le Alpi di Ledro.

Le difficoltá dei percorsi proposti possono accontentare tutti: si va dalle brevi e tranquille passeggiate per tutta la famiglia, fino alle traversate sui giganteschi ghiacciai dell'Adamello, dalla comoda camminata su sentiero segnalato verso uno dei tanti e accoglienti rifugi, alla salita invernale lungo impervi canalini ghiacciati e cosœ via sino alle famose ferrate dei Monti del Garda alle vecchie mulattiere tracciate da alpini e austriaci durante la grande guerra.
Divertenti e poco comuni gli insoliti percorsi con le ciaspole, le racchette da neve.
carta
cartografia di una gita

I 133 itinerari si rivolgono soprattutto all'escursionista, anche se non mancano interessanti spunti per alpinisti e rocciatori, ma si tratta sempre di escursionismo ad alto livello, che non disdegna di mettere le mani sulle rocce o i piedi sul ghiaccio, che ama abbinare la contemplazione del paesaggio con la storia, la natura e con la cultura.

Nei suoi percorsi l'autore offre al lettore suggestioni e spunti di riflessione, senza perÙ mai abbandonare la mano che idealmente il suo lettore gli ha dato per farsi guidare nei vari percorsi, diventandone compagno di viaggio sino alla meta.
Tutto questo avviene senza sacrificare il piacere della narrazione o la minuziosa descrizione del percorso.
E' una guida che mette in primo piano il gusto della scoperta, l'emozione dei grandi spazi, l'entusiamo di andare oltre.

Filippo Zolezzi