Narrativa

Gocce di resina

Collana: Chaos

Autore: Mauro Corona

ISBN

Euro 10,33

Formato: 12 x 20 cm

Pagine: 128

Editore: Biblioteca dell'Immagine

 


 

Gocce di resina

Mauro Corona

Biblioteca dell'Immagine

 

la copertina

La resina è il prodotto di un dolore, una lacrima che cola dall'albero ferito.
Gocce dorate, gialle come miele, che non scappano via, non fuggono come l'acqua, non abbandonano l'albero.
Rimangono incollate al tronco, per tenergli compagnia, per aiutarlo a resistere, a crescere ancora.
I ricordi sono gocce di resina che sgorgano dalle ferite della vita.



Queste parole sono scritte sul retro della copertina di questo bel libro Gocce di resina, esse immediatamente riescono a rapire il lettore e a portarlo nel mondo straordinario di
Mauro Corona.

Del "fenomeno editoriale" Corona si é parlato molto e ancora di piú di quello umano: ogni libro che esce rappresenta un successo sicuro, un ampio numero di copie vendute... e questo avviene meritatamente, perché i suoi libri meritano veramente di essere letti e rivissuti.

Di queste frasi introduttive ci colpisce molto come i ricordi siano gocce di resina che sgorgano dalle ferite della vita, ma che non cadono e restano attaccate al tronco che le ha generate e allo stesso modo i ricordi di Corona si trasformano in gocce di resina, in pagine di libro e arrivano fino a noi.

Anche questa volta ci troviamo davanti a un libro autobiografico, narrato per episodi con personaggi e luoghi cari all'autore, nei quali emergono valori umani semplici e profondi, sentimenti forti e incancellabili.

Parte dei personaggi che incontriamo ci sono familiari: li abbiamo in parte conosciuti nel libro giá qui presentato Nel legno nella pietra Ritroviamo personaggi giá, conosciuti come Carle, Cice, i Legnolé, Silvio e tanti altri che accompagnano i ricordi di Mauro...

Questo é un libro "facile" da leggere, ma mai banale... che affascina il lettore e lo inchioda alla poltrona, che lo porta inevitabilmente a aidentificarsi nello spirito libero di Mauro...

Lo stile dell'opera é molto semplice, senza arzigogoli, nè inutili orpelli; l'autore sa andare dritto al cuore, dimostrando una grande padronanza linguistica, con il suo aspetto unico e particolare, capace di entusiasmare e di commuovere il lettore.



Mauro Corona, disegno autografo
I personaggi che si susseguono, sono l'esempio dei buoni sentimenti, lo stile é molto vario: si va dalla commozione più intensa, a momenti di vera ilarità.

Non possiamo non consigliarlo a tutti, ci troviamo tra le mani quasi un libro di devozione e di formule... per chi ritiene di amare la natura e di voler ritornare alle origini...

Bisogna ricordare che il libro è accompagnato da molte figure opera dell'autore stesso, del quale diamo esempio, appena qui sopra e che merita di appartenere al cuore e alla libreria di ogni appassionato di montagna, che non si limita a camminare, ma vuole documentarsi per bene e poi, eventualmente camminare

Filippo Zolezzi