Libri Fotografici

Val di Fassa

Collana: Montagne d'Italia

Autore: Luca Merisio, Luca Arzuffi

ISBN

Euro 21,00

Formato: 23 x 28 cm cm

Pagine: 112

Editore: Grafica & Arte

 


 

Val di Fassa

Luca Merisio, Luca Arzuffi

Grafica & Arte

 

la copertina
Sebbene l'Italia sia una penisola che si spinge profondamente nel Mediterraneo, il suo territorio Ò prevalentemente montuoso, caratterizzato da due catene che per sviluppo e importanza si collocano fra le prime in Europa: le Alpi e gli Appennini.

E proprio alla scoperta delle Montagne d'Italia ci vuole condurre Luca Merisio con immagini di grande effetto e testi precisi per una conoscenza "dal vivo" dei luoghi descritti.

Dopo il primo volume della collana, diretta da Italo Zandonella Callegher, accademico del CAI, dedicato a Bormio e Livigno, ora Ò la volta della Val di Fassa, terra di Ladinia e delle Dolomiti per eccellenza, dolcemente distesa tra le foreste della Vallaccia e del Col Bel a oriente e del Catinaccio a occidente.

Catinaccio, Sassolungo, Marmolada, Sella, sono solo alcuni nomi che caratterizzano questa straordinaria zona che ha sempre attratto gli appassionati della montagna, sia alpinisti, che escursionisti, che semplici turisti.

Alba di Canazei, con Dente e Punta Grohmann
Wolfgang Goethe, sommo poeta tedesco del settecento, si fermó su di un dosso, estasiato e contemplare il Rosengarten - il Giardino delle Rose o Catinaccio - esclamando"mi par d'esser come un fanciullo che impari or ora a vivere..."

Il libro si snoda fondamentalmente nelle splendide fotografie di Luca Merisio, sapientemente accompagnate e illustrate dai testi di Luca Arzuffi

Il percorso si snoda in quattro tappe, ciascuna dedicata al massiccio che la caratterizza e che rende unica quella porzione descritta di Val di Fassa.

Si inizia il cammino con il Rosengarten e il Catinaccio di Antermoia dal Passo di Costalunga alla Val Duron, ammirando il Giardino delle Rose di Re Laurino, che non finisce mai di stupire per le sue forme e per i colori che ne infiammano le pareti e che cambiano a ogni ora del giorno.

Poi troviamo Il Sassolungo e il Sassopiatto dalla Val Duron al Passo Sella, il piccolo ma completo gruppo montuoso, amato e ammirato da milioni di appassionati.

Le Torri del Vajolet e il rifugio Re Alberto
Abbiamo il gruppo del Sella dal Passo Sella al Passo di Fedaia, che appare come un possente castello, un'imponente isola di roccia, che emerge dal verde dei pascoli e delle foreste, che stupisce e suscita ammirazione da ogni lato lo si ammiri.

Infine dalla Marmolada al Passo San Pellegrino, la "Regina delle Dolomiti" uno spalto inconfondibile, che si staglia nel cielo, un'attrazione ambita per la sua panoramica a 360°, per lo sci invernale ed estivo, teatro di scontri nella prima guerra mondiale e sulla quale é possibile ancora visitarne i reperti.

Un libro che attraverso le sue bellissime fotografie e i testi molto interessanti e appassionanti prende per mano il lettore e lo porta a conoscere queste valli così interessanti e belle da percorrere

Filippo Zolezzi