Libri Fotografici

L'Archivio Fotografico del Museo Nazionale della Montagna

Dalle montagne al mondo in cento anni di fotografie

Collana: Grandi Archivi Fotografici

Autore: AA.VV.

ISBN

Euro 65,00

Formato: 27 x 32 cm cm

Pagine: 288

Editore: De Agostini

 


 

L'Archivio Fotografico del Museo Nazionale della Montagna

Dalle montagne al mondo in cento anni di fotografie

AA.VV.

De Agostini

 

la copertina
Ecco lo splendido quarto volume della collana Grandi Archivi Fotografici della De Agostini, dopo gli Archivi della Royal Geographic Society, quelli della Royal Photographic Society e quelli della Societá Geografica Italiana, ora viene edito questo dedicato a L'Archivio Fotografico del Museo Nazionale della Montagna.

Questa é un'opera grandiosa e importante, piena di significato per tutti coloro che si identificano nel Club Alpini Italiano e nelle sue vicende dense di eventi storici e di valori eroici, che nasce dagli archivi storici del Monte dei Cappuccini, la tradizionale sede storica del CAI.

L'Archivio fotografico del Museo della Montagna possiede oltre 100.000 immagini storiche, é una delle piú importanti raccolte al mondo sui temi dell'esplorazione, dell'alpinismo e dei viaggi, dalle Alpi all'Himalaya, fino ai Poli, una documentazione unica che rende questo museo unico e che forse dovrebbe esser maggiormente conosciuto e valutato in ambiente nazionale.

F.lli Charnaux, 1875 c.a Mer de Glace
Troviamo immagini di fotografi famosi come Vittorio sella, i fratelli Charmaux, B.I. Singley, Mario Fantin e accanto a loro scatti di sconosciuti, preziosi e non meno interessanti, compresi in un arco temporale che va dalla seconda metá dell'800 fino al 1954, ideale data di chiusura del periodo "storico", con la conquista italiana del K2.

Il libro é, suddiviso in sette grandi capitoli: dalle origini al K2, che comprende in generale l'Archivio fotografico del Museo nazionale della Montagna, con testo di Aldo Audisio.
Il secondo Sguardi sulle Alpi, paesaggi e vita montanara. con testi di Enrico Camanni.
Il terzo sci, corde, ramponi, dall'alpinismo agli sport della neve, di Enrico Camanni.



Ardito Desio, 1929 K2 visto da nord





Il quarto terre lontane, esplorazioni e viaggi, con testi di Roberto Mantovani.
Il quinto verso i poli, con testi sempre di Roberto Mantovani.
Il sesto immaginario alpino, lo spettacolo della montagna, a cura di Pierangelo Cavanna,
Il settimo e e ultimo montagne a soggetto, scene, fondali ed effetti speciali sempre a cura di Pierangelo Cavanna.

Ecco dunque un libro "importante", una pietra miliare per chi non vive di solo presente, ma ama anche andare a ritroso nel tempo, alla ricerca delle proprie radici... qui troverá molto materiale e sicuramente sorgerá impellente il desiderio di recarsi a Torino a vistare quel museo straordinario ai Cappuccini...

Filippo Zolezzi