Sci e Ciaspole

Freeride in Dolomiti

Marmolada, Arabba, Sassolungo, Sella, Alta Badia

Collana: Luoghi verticali

Autore: Francesco Tremolada

ISBN

Euro 22,00

Formato: 15x21 cm

Pagine: 264

Editore: Versante Sud Editrice

 

  Home Editoria


 
 

Freeride in Dolomiti

Marmolada, Arabba, Sassolungo, Sella, Alta Badia

Francesco Tremolada

Versante Sud Editrice

 

Versante Sud
la copertina
Si susseguono le uscite di pubblicazioni e di guide dedicate alle specialita tipicamente invernali come l'arrampicata su cascate di ghiaccio, lo scialpinismo e il freeride, specialitá affascinanti, ma che richiedono, come tutto in montagna, grande prudenza e buon senso.

Freeride in Dolomiti é opera di Francesco Tremolada, del quale abbiamo giá recensito ottime guide dedicate allo sci-alpinismo e alle racchette da neve, sempre in zona Dolomiti.

Vengono descritti itinerari fuoripista, di varia difficoltá da effettuarsi sia con gli sci che con la tavola snowboard, con punte di quello che viene chiamato sci estremo...

L'autore, nativo di Padova, vive e svolge la professionale di Guida Alpina a Livinallongo nelle Dolomiti.
Fortemente appassionato di montagna, é stato diverse volte in Himalaya, sulle Ande e sulle piú belle cime delle Alpi.

Questo libro nasce dalla passione sua e della moglie per il freeriding, per i canali, per il ripido.
E' il risultato di molti anni di esperienze nelle Dolomiti, percorrendo, ripercorrendo, ricercando e studiando itinerari e linee di discesa.
Versante Sud
Sella, Canale del sentiero


Questa guida descrive una selezione di 55 itinerari che si sviluppano nelle valli delle Dolomiti Centrali: Marmolada, Arabba, Sassolungo, Sella e Alta Badia.

La descrizione di ogni itinerario é, dettagliata e viene integrata da una chiara e semplice simbologia che riassume i dati e le caratteristiche fondamentali; numerose sono le foto di azione e le panoramiche con i tracciati della discese.

Caratteristica da segnalare doverosamente é il testo rigorosamente bilingue italiano-inglese, che rende la guida molto appetibile anche per il sempre maggior numero di appassionati stranieri che praticano il freeriding nelle zone dolomitiche.



Filippo Zolezzi