Libri Fotografici

Sinai

Montagne sacre e un mare di coralli

Collana: Fabrizio Calzia, Marco Maroccolo

Autore:

ISBN

Euro 40,00

Formato: 26 x 36 cm cm

Pagine: 144

Editore: White Star, National Geographic

 


 

Sinai

Montagne sacre e un mare di coralli

White Star, National Geographic

 

la copertina
La penisola del Sinai, ovvero la regione asiatica dell'Egitto, ñ un triangolo di terra che segna il passaggio fra due continenti.
Un luogo arido, dal fascino selvaggio e irresistibile, disegnato da venti che hanno eroso montagne, scavato canyon e paesaggi in arenaria dai colori sempre caldi, dalle sfumature cangianti e spettacolari.

Questo volume ñ un omaggio illustrato alle ricchezze di questa regione unica e, al contempo un utile compagno di viaggio per tutti coloro che vogliono incamminarsi lungo i piá suggestivi tragitti della fede, della storia e della natura.

Sinai descrive il monte sacro per eccellenza, lo stesso monte dove Dio si manifestó a Mosé e dove gli consegnó le tavole dei 10 comandamenti, esso é appunto l'Oreb, il monte del Signore, sacro alle tre grandi religioni del Libro: ebraismo, cristianesimo e infine islam.

Esso é stato ed é tuttora meta di pellegrinaggio da parte di decine e decine di migliaia di fedeli, nel corso diversi millenni di storia umana, un luogo nel deserto, aspro nei suoi contorni e difficile da raggiungere, meta agognata e impegniativa, traguardo di fede che non ammette passi indietro e vacillamenti...

Gli autori Fabrizio Calzia e Marco Maroccolo sono appassionati viaggiatori ed esperti di storia antica, hanno descritto con dovizia storica e meravigliosa iconografia questa regione desertica appassionante.


Gebel Katherina, 2642 metri, la cima piú elevata del Sinai
L'opera mostra il forte contrasto tra l'aspra regione montuosa del Sinai, con la fantasmagoria di colori offerta dal mare di coralli della costa della penisola stessa, con i golfi di Sue e di Aqaba, paradisi dei sub.

Si tratta di un luogo arido, dal fascino selvaggio e irresistibile, disegnato da venti impetuosi che eroso le montagne, scavato canyon e paesaggi di arenaria, con colori che a volte hanno dell'incredibile e che cambiano ad ogni ora del giorno, con sfumature e riflessi indescrivibili.
Il Sinai é un'antica terra di passaggi, via di scampo per i perseguitati, (infanzia di Gesú), conserva ampie tracce dell'esodo e del viaggio di Mosé e degli altri fatti biblici.



Il monastero di Santa Caterina
Le molte migliaia di pellegrini che raggiungono ogni anno il Monastero di Santa Caterina e il gebel Musa riescono a vivere una grande e indimenticabile esperienza spirituale, al contatto con l'Oreb, nei luoghi dove dio si é rivelato all'uomo.

Il viaggio al Sinai trova spesso corollario sulle coste del Mar Rosso, dove alla severa e selvaggia dimensione del Gebel Musa si sostituisce quella multicolore e straordinaria di questo mare caldo e spettacolare.

Le foto che accompagnano l'opera sono di grande pregio artistico e mostrano, come cammei, quanto descritto nei racconti, in una cornice grafica che fa onore all'editore White Star, una casa editrice che supera se stessa con ogni nuova uscita e che non cessa di stupire i lettori con i propri prodotti.

A corollario di questa recensione, possiamo ripetere ancora una volta come un libro possa essere il vettore di un viaggio da effettuarsi sulle ali della fantasia, sulla poltrona di casa propria, magari ponendo il seme di un viaggio da farsi poi nella realtá

Filippo Zolezzi