Libri Fotografici

Il Resegone

Il profilo piú caro ai lombardi

Collana: Vivere il territorio

Autore: Angelo Sala

ISBN

Euro 35,00

Formato: 23 x 28 cm cm

Pagine: 176

Editore: Bellavite A.G.

 


 

Il Resegone

Il profilo piú caro ai lombardi

Angelo Sala

Bellavite A.G.

 

la copertina
"Chi é, nato a Lecco e dintorni non potrá mai togliersi dalla mente e dagli occhi la sua montagna, quella che lo sovrasta con la sua inconfondibile conformazione dentellata e della quale va giustamente orgoglioso, come fosse una proprietá personale.
Si lo guardiamo e lo ammiriamo senza mai stancarci il nostro Resegone, e guai a noi se dovessimo confessare di non essere mai saliti su qualcuna delle sue cime..." Dalla prefazione di Marco Anghileri.


Nelle rare giornate limpide che Milano puó godere, quando non ci sono polveri sottili, nebbia o nuvole, a nord est si erge un profilo montano dentellato, inconfondibile e amato per ogni meneghino che si rispetti... il suo nome? Resegone!

Si tratta di una montagna che fa parte delle Prealpi Lombardi e che non raggiunge nemmeno i 2000 metri, infatti il picco piú elevato, la Punta Cermenati, misura 1875 metri.

Angelo Sala, giornalista professionista di Lecco, dopo aver descritto
Il sentiero delle Grigne, ci presenta Il Resegone questa mini catena montuosa che sovrasta Lecco e che appare visibile da tutta la piana lombarda.
Frasnida in una foto d'antan
L'autore ha descritto in modo affettuoso non solo il monte, ma soprattutto le valli che ne formano le pendici, i paesi, le attivitá, le caratteristiche peculiari: la suddivisione geo-politica vede il Resegone e Lecco, il resegone e la Valle di San Marino, l'Albenza, la Valle Imagna, le Valli Brembilla e Taleggio, la Colmine verso il Resegone, tra Morterone e Brumano.

Certo che il Resegone con la sua cresta seghettata non sfigura accanto alle Grigne, anche se le sue vie sono meno famose e anche meno lunghe e impegnative, comunque credete che l'impatto visivo che suscita a chi lo vede la prima volta é veramente notevole...



Mare di nuvole sulla punta del Pizzo d'Erna
Questa Montagna e l'autore fa partire il suo libro proprio da qui, deve molta della sua fama oltre Lombardia alla descrizione amorosa a continua che Manzoni ne fa nei Promessi sposi: il Resegone appare come testimone muto e severo delle vicende di Renzo e Lucia, dell'Innominato di don Rodrigo e fra Cristoforo.

In ultimo é doveroso ricordare che quest'opera é scritta in modo parzialmente bilingue, infatti tutte le didascalie delle foto sono anche in inglese e pure in inglese é un capitolo riassuntivo molto ampio

Filippo Zolezzi