Libri Fotografici

Valtellina Valchiavenna

La porta delle Alpi

Collana: Itinerari lombardi

Autore: Mauro Lanfranchi - Giuseppe Miotti

ISBN

Euro 47,00

Formato: 24 x 30 cm cm

Pagine: 285

Editore: Cattaneo Editore

 


 

Valtellina Valchiavenna

La porta delle Alpi

Mauro Lanfranchi - Giuseppe Miotti

Cattaneo Editore

 

la copertina
Valtellina Valchiavenna é, un'edizione trilingue: italiano, inglese e tedesco e si prefigge di illustrare le caratteristiche principali di queste stupende valli che sono la porta delle Alpi che Carlo Castellaneta nell'introduzione definisce "valli di luce".

L'opera é frutto delle fotografie di Mauro Lanfranchi e dei testi dell'alpinista e guida alpina Giuseppe "Popi" Miotti, che hanno lavorato in armonia dipingendo un grande ritratto di queste terre impervie e tanto belle.

"La Valtellina l'é 'n sît facc dal Signor e'n de un di so moment de bon umor"(la Valtellina é un luogo creato dal Signore in uno dei suoi momenti di buon umore). Questa frase é stampata sul frontespizio del libro ed é di Luigi Besta e interpreta il pensiero popolare di chi vi abita felice.

L'opera é suddivisa nelle due valli: la Valchiavenna a propria volta suddivisa nelle zone dal Lario a Chiavenna, la Val Bregaglia italiana e la Valle di San Giacomo; la Valtellina da Colico a Sondrio, da Sondrio a Sondalo, da Sondalo a Bormio, le ultime Valli.



Savogno: il tempo pare fermarsi...
Ogni zona ha poi i propri capitoli: la Val Codera, Chiavenna, Morbegno, le Alpi Orobie, la Val Masino, le valli del settore orobico centrale, Sondrio, la Valmalenco, Ponte in Valtellina e Teglio, le Alpi Orobie settore orientale, Tirano, Grosio, Bormio, Valfurva, Valli del Braulio e di Fraele, Valdidentro, Livigno.

Vi é poi un'interessante serie di schede di approfondimento, dedicate a tutti gli aspetti più caratteristici e singolari di queste zone: si parte dalle antiche vie di comunicazione; il cammino dell'arte nelle valli la descrizione della dimora tipica; la cucina "povera", ma saporita; il mare di cime che caratterizza tutto il territorio; la strada del vino in Valchiavenna, alla scoperta di rari e prelibati vini; l'artigianato semplice, ma affascinante; le tradizioni ancora numerose e vissute dalla popolazione; il turismo in ogni stagione, qui c'é il paradiso degli sciatori, inverno ed estate, ma anche per l'escursionista e l'alpinista; l'oro bianco: lo sfruttamento dell'energia dell'acqua per la produzione idroelettrica.



Capre nella Valle del Bitto
Le foto, molte delle quali a doppia pagina, colpiscono nella loro espressivitá e nella capacità di impatto emotivo: le grandi montagne, i fiori stupendi nei loro multicolori abiti, la semplice imponenza degli animali al pascolo, la bellezza e la dignitá del lavoro delle persone di campagna e dei monti, la gioia del riposo...

Questo libro fa veramente venire la voglia di visitare questo "capoluogo di provincia", Sondrio, e le sue vallate di montagna tanto belle e interessanti, dove si potranno fare gite molto belle e scoprire luoghi naturali e di cultura che da soli meritano il nostro viaggio

Filippo Zolezzi