Escursioni e Passeggiate

Il sentiero

Grande Traversata della Alpi GTA, dal Monte Rosa al Mar Mediterraneo

Collana:

Autore: Eberhard Neubronner

ISBN

Euro 31,00

Formato: 22 x 28cm cm

Pagine: 240

Editore: Zeisciu Centro Studi

 

  Home Editoria


 
 

Il sentiero

Grande Traversata della Alpi GTA, dal Monte Rosa al Mar Mediterraneo

Eberhard Neubronner

Zeisciu Centro Studi

 

la copertina
Negli anni '70 in Francia fu tracciato un itinerario che univa molti sentieri e andava dal Lago di Ginevra a Nizza che prese il nome di La Grande Traversé des Alpes: fu un grande successo e anche in Piemonte si progettó di farne uno analogo in territorio italiano.

Il percorso parte dalle pendici del Monte Rosa e percorre tutto l'arco alpino di nord ovest: da est verso ovest e poi verso sud, sfiora le Alpi Pennine, lambendo il Parco del Gran Paradiso, percorre le Alpi Graie, Cozie, Marittime e Liguri, praticamente contornando interamente la regione Piemonte.

Il Comitato sorto a Torino disegnó un bel tracciato, che fu chiamato a imitazione di quello francese Grande Traversata delle Alpi, abbreviato in GTA, il simbolo che in campo bianco-rosso contraddistingue il lungo cammino, predisponendo posti tappa, in un progetto molto ambizioso.

Il Sentiero in Val Vogna all'inizio della GTA
Dopo molti anni la GTA non sembra aver mantenuto le potenziali promesse e cosí molti posti tappa sono in disarmo, le segnaletiche spesso mal curate e i sentieri in pessime condizioni, ma si sa gli italiani non sono i francesi o i tedeschi e i lunghi trekking non sono particolarmente praticati.

Il panorama delle edizioni di libri di montagna é molto ampio, come potete vedere anche seguendo le nostre recensioni, le guide escursionistiche sono numerose e spesso anche ben fatte, eppure la GTA resta un'anomalia incredibile, un ampio buco nero nell'editoria escursionistico-alpina, infatti non ci sono libri dedicati a essa... avete capito bene, gli unici libri pubblicati risalgono ai primi anni '80 nel momento dell'euforia della GTA, ma oggi sono stra esauriti e introvabili.

Un'altra singolaritá é che se cercate GTA su di un motore di ricerca vi verranno segnalati diversi siti in lingua tedesca dedicati ad essa e nemmeno uno ufficiale italiano, questo significa che purtroppo il sentiero é, piú conosciuto e praticato da loro che dagli italiani stessi...
Circa metá cammino: Bergeria dell'Orsiera Parco naturale Orsiera-Rocciavré
L'autore é tedesco, ovviamente, Eberhard Neubronner, autore anche dello splendido libro La Valle Nera, edito dalla stessa Casa Editrice l'Associazione Culturale Zeisciu Centro Studi che descrive la Val Vogna chiamata in passato Valle Nera.

L'autore, insieme alla compagna Hanna, ha percorso tutta la GTA nel corso di due estati, dividendo il tragitto in due grandi mega tappe: dalla Valle Anzasca a Molini fino a Susa il primo anno e riprendendo da Susa fino a Upega, in vista del Mar Ligure, il secondo, camminando in totale per circa due mesi!

Piú che una guida escursionistica Il Sentiero é un diario di viaggio, nel quale l'autore ha descritto tutto quanto ha provato, osservato, vissuto.
Upega, al termine del sentiero



Upega, al termine del sentiero
Il Sentiero finisce per non essere solo un tracciato su cui camminare fisicamente, ma diventa la via da percorrere per la vita, per scoprire se stessi, magari all'apparire di un animale selvatico, alla vista di una monte, col parlare con un anziano di un villaggio sperduto, ascoltando i battiti del proprio cuore nel silenzio assordante di luoghi oramai disabitati...

Le foto sono opera dell'autore e mostrano quanto descritto nei racconti, in una cornice grafica molto pregiata voluta dall'editore Zeisciu, il nome quello originale che possiede questa Associazione Culturale con sede in Alagna Valsesia; Zeisciu é l'antico appellativo della famiglia walser del teologo Giuseppe Farinetti.

Naturalmente ogni tappa viene descritta in modo sintetico, ma completo, con la chiarezza teutonica dell'autore, che indica numerazione dei sentieri da seguire, tempi, dislivelli, posti tappa, accessi, ma soprattutto si potrà apprezzare la descrizione personale, gustarne le caratteristiche, le particolaritá gli incontri.

Filippo Zolezzi