Storia Cultura Etnografia

Popoli delle montagne

Fotografie e incontri

Collana: Nuova cultura

Autore: Reinhold Messner

ISBN

Euro 65,00

Formato: 23 x 28 cm cm

Pagine: 224

Editore: Bollati Boringhieri

 


 

Popoli delle montagne

Fotografie e incontri

Reinhold Messner

Bollati Boringhieri

 

la copertina
Popoli delle montagne é una straordinaria opera dedicata a tutti i popoli del mondo che vivono in zone non pianeggianti o litorali.

Con questo libro l'autore Reinhold Messner ha voluto rendere omaggio a quei milioni di persone che vivono molto duramente e che spesso sono l'unico fattore umano che impedisce l'irreversibile crollo di moltissime comunitá montane dimenticate dai legislatori, dai comuni, ma spesso anche dagli stessi vicini di abitazione.

Dovunque ci siano alte montagne troviamo anche popolazioni tipiche, diversisime per costumi di vita, ma assai vicine per quanto riguarda il desiderio di emancipazione umana

Persone... uomini e donne bruciati dal sole, sfiancati da fatiche ataviche, ma attaccati come edere alle proprie amate rocce, alle poche povere cose, alle case ancora di un tempo, a modi e usi sorpassati ma vivi, quasi musei viventi di un tempo quasi irrimediabilmente perduto...

Modellati dal paesaggio intatto, o quasi, delle montagne vicine, dalla forza della natura, i montanari hanno spesso una sensibilitá molto elevata; si dimentichi lo stereotipo dell'agricoltore nei campi fino a notte...
essi sono plasmati dal paesaggio intatto, dalle montagne vicine, dalle forze della natura, i montanari hanno spesso una sensibiltá molto ricca, in parte anche cultura elevata, ma accompagnata da una profonda povertá materiale.

Scerpa sirdar Urkien
Per Messner non esiste il "...montanaro felice...", in ogni luogo della terra egli é semplicemente un uomo, che ha speranze ed angoscie, talvolta preda di odio, invidia e conforto e speso anche povertá materiale.

I vari popoli di montagna si trovano oggi in condizioni molto diverse: da quelli che prosperano e quelli che muoiono per fame e denutrizione

Il tempo sembra dar loro contro, infatti con o senza turismo sembra che essi abbandonino sempre piú il loro modo di vivere originario, cercandono un altro diverso e meno genuino.


Anziano viticoltore a Caldaro



Il libro suddivide i popoli montanari in cinque grandi comunitá che vivono nei cinque continenti.

Nelle alpi Europee troviamo a vita del maso, le innovazioni agresti ecc; l'Asia vede il maggior spazio dedicato dalla pubblicazione, troviamo i popoli più famosi tra quelli che vengono assoldati dalle spdizioni: curdi, hunza, baltií oer arrivare al piú noto: gli sherpa; la sezione americana vede i popoli andini, quelli pellerossa; la parte africana é quella maggiormente scarna, ma anch'essa significativa, con ad esempio i Masai; infine l'Oceania ci descriva popoli come i dani e i papua.

Filippo Zolezzi