Ambiente e Natura

Enciclopedia della Valle d'Aosta

Collana: Montagna

Autore: Pietro Giglio, Oriana Pecchio

ISBN 88-08-07937-6

Euro 34,00

Formato: 20 x 27 cm cm

Pagine: 416

Editore: Zanichelli Editore

 


 

Enciclopedia della Valle d'Aosta

Pietro Giglio, Oriana Pecchio

Zanichelli Editore

 

la copertina
Finalmente un'enciclopedia della Valle d'Aosta! Dopo tanti, anche bellissimi, libri di foto e di descrizione turistico-montana, la editrice Zanichelli ci offre un'edizione fortemente interessante: un lessico della regione, come già aveva fatto nel 2000 con l'analoga Enciclopedia delle Dolomiti.

La Valle d'Aosta è conosciuta nel mondo per essere la regione che accoglie il Monte Rosa, il Cervino, il Monte Bianco e il Gran Paradiso, quindi tutti i 4000 delle Alpi d'Italia.

La notorietà di queste montagne è stata un vantaggio, ma ha spesso limitato la conoscenza di altre zone della regione - quasi le sole a conservare l'autentico spirito della "valdostanità" - da parte dei viaggiatori del passato e dei visitatori di oggi.

La "valdostanità" (che non significa uniformità culturale, caratteristica che non è stata riscontrata neppure in tempi di maggiore isolamento) potrebbe essere definita un miscuglio di modi di vivere nelle valli che convergono nella valle centrale della regione.

L'enciclopedia si propone di far scoprire quanto è rimasto di un mondo alpino variegato, mettendo non solo in primo piano le grandi montagne e i protagonisti dell'alpinismo, ma cercando di cogliere il reciproco rapporto d'influenza tra uomini e ambiente nel corso dei secoli. Il percorso dell'opera è quindi un viaggio alla scoperta di luoghi e di personaggi.





Montagna e castelli: Ussel
Nella prima parte del volume otto voci di carattere generale propongono piani di lettura diversi della realtà valdostana: L'alpinismo; Architettura in Valle d'Aosta; La cartografia; Il cibo in Valle d'Aosta; Dai pellegrini al turismo di massa; Musica e canto; Cenni storici; Formazione del paesaggio.

La seconda parte - AZ Valle d'Aosta d'Aosta - comprende circa 700 voci in ordine alfabetico che si riferiscono a luoghi, personaggi, istituzioni per disegnare un quadro dei contesti sociali, storici e culturali, filtrato dal punto di vista personale degli autori, che riflette la loro sensibilità, i loro gusti e le loro simpatie. Corredate di box e di tabelle per rendere agevole la lettura, rendono l'opera un moderno e facile strumento di consultazione.

Filippo Zolezzi