Narrativa

Un gentleman in cima al Weisshorn

Memorie del grande alpinista-scienziato vittoriano, allegato a Meridiani Montagne

Collana: Meridiani Montagne Narratori

Autore: John Tyndall

ISBN

Euro 2,50 + 7,50

Formato: 14 x 19 cm cm

Pagine: 108

Editore: Editoriale DOMUS

 


 

Un gentleman in cima al Weisshorn

libro del cuore

Memorie del grande alpinista-scienziato vittoriano, allegato a Meridiani Montagne

John Tyndall

Editoriale DOMUS

 

la copertina
E' stata una sorpresa veramente grande, aprendo la busta con l'ultimo numero di Meridiani Montagne, scoprire questo libretto dall'elegante veste color mattone: un'opera inedita in Italia del grande John Tyndall, uno degli alpinisti eroici dell'800 che hanno fatto la storia dell'alpinismo sulle Alpi, con Whymper, Coolidge, Mummery...

Questo numero 18 di Meridiani Montagne è dedicato alla cosiddetta Corona Imperiale, la successione di 4000 metri che appena dietro la Valle d'Aosta, cinge il Vallese nelle valli di Herens, Turtmann e Anniviers, con montagne incredibilmente belle e slanciate come la Dent Blanche, lo Zinalrothorn, l'Ober Gabelhorn, il Bishorn e l'imperatore del circo: il Weisshorn, il più alto con i suoi 4506 metri e il più ardito nelle sue forme slanciate.

La rivista descrive queste valli bellissime e queste montagne dalle forme eleganti, ben conosciute da noi italiani che le possiamo ammirare nelle salite sul massiccio del Rosa o della Valtournenche o della Valpelline, con descrizioni e particolarità, in vallate e villaggi che sono raggiungibili facilmente dal sempione o ancor meglio dal Gran San Bernardo traforo tutto l'anno o valico in estate.

Meridiani Montagne n°18, il Weisshorn
Questo libricino che viene venduto in abbinamento alla già di per se bella rivista, è il quarto offerto da meridiani Montagne, dopo Buzzati, de Saussure e Kugy, ecco Tyndall, incredibilmente mai tradotto in italiano.

Tyndall è uno dei massimi esponenti della nascita dell'alpinismo come divertimento e uno dei pionieri della conquista, in lotta con Whymper per la conquista del Cervino, ha fatto la prima salita del Weisshorn, la splendida montagna illustrata sulla copertina della rivista, una delle più belle al mondo!

Tyndall, con stile veramente appassionante ci descrive la sua salita, epica ed eroica sul serio, a questa montagna, la gioia e la bellezza del panorama, per un appassionato di filologia della montagna quest'opera merita veramente di essere un libro del cuore: rappresenta il pionierismo dell'alpinismo, quando ogni via era vergine e sconosciuta.

Non possiamo che complimentarci col direttore di Meridiani Montagne, Marco Albino Ferrari, e con la redazione tutta per l'interesse che suscita questa rivista, con abbinamenti speciali come questo e sperando sempre in nuove interessanti sorprese!

Filippo Zolezzi